F.1 : in Russia vince Hamilton, 2° Verstappen partito ultimo, grande prestazione di Sainz terzo

di 

26 settembre 2021

Lo scatto bruciante di Sainz in partenza

Lo scatto bruciante di Sainz in partenza

SOCHI (Russia)- Lewis Hamilton , raggiunge la sua”quota 100”, con la vittoria di oggi a Sochi in un rocambolesco Gran Premio dal finale thrilling, causa la pioggia. Verstappen dimostra tutta la forza sua e della Red Bull, con una rimonta da campione e sale sul secondo gradino del podio, anche grazie agli errori di Norris . Ora Hamilton guida la classifica con due punti di scarto su Max Verstappen. Il che vuol dire ancora battaglia all’ultimo “giro” per il resto della stagione. Chi esce deluso è Lando Norris , partito in pole il giovane della McLaren, quando aveva la vittoria in pugno,non esegue l’ordine di scuderia di rientrare ai box quando la pioggia si fa intensa. Risultato due uscite ed un settimo posto finale, che dimostra l’inesperienza del pur fortissimo inglese. Esperienza, che come dimostrato ancora una volta abbonda nel dna di Hamilton. Bella gara di Carlos Sainz, che paga anche a pista asciutta, la difficoltà di gestione delle gomme della SF21. Lo spagnolo merita comunque il podio dimostrando che se “manca” Leclerc , lui è comunque una degna prima guida. Tornando alla vittoria di Hamilton, sfrutta al meglio e come detto con esperienza e calcolo la pista “amica” di Sochi, che nelle sue sette edizioni ha sempre visto la vittoria di una Mercedes. Comunque un Campionato finalmente avvincente, grazie ai due contendenti annunciati, reso ancora più interessante dalle possibili variabili come McLaren, che dopo la doppietta di Monza, poteva fare il colpo grosso anche oggi, ed una Ferrari in recupero di competitività, ancora a corrente alternata, ma dimostrando tanta volontà di lottare con una coppia di piloti “intercambiabili”. La McLaren è ancora distante al terzo posto del Costruttori, ma Binotto ed i suoi non hanno, come dimostrato oggi, nessuna intenzione di mollare.

Il podio di Sochi

Il podio di Sochi

TOP-TEN– Nel finale “pazzo” di gara, con diversi pit stop convulsi, la classifica ha visto diverse alternanze di posizioni, il tutto porta Daniel Ricciardo vincitore di Monza, al quarto posto, un Valtteri Bottas, quinto ,che però non riesce a fare il gioco di squadra su Verstappen. Sesto posto per il sempre combattivo Fernando Alonso, ormai in pianta stabile nella top ten con la sua Alpine. Settimo come detto il deluso e pasticcione Lando Norris, che merita comunque di essere considerato più che una rivelazione. Un grande Kimi Raikkonen artiglia l’ottava posizione, rientrato dopo lo stop forzato causa Covid, il “nonno” alla sua ultima stagione in F.1, quando c’è da dimostrare classe e grinta in condizioni difficili,dimostra la sua infinita classe, pur con un Alfa Romeo, buona ma non certo al top. Nono posto per Sergio Perez, poteva essere più avanti in classifica il compagno di Verstappen, ma paga alcuni errori nel finale. Decimo posto per George Russell, il prossimo compagno di Hamilton, partito sorprendentemente in seconda fila, patisce le difficoltà di una Williams in crescita ma ancora lontana dai fasti di un tempo. Comunque con le sue doti il giovane inglese, anche lui rivelazione del 2021, continua a stupire ed a segnalarsi come un “difficile” compagno per Hamilton .La sfida Verstappen -Hamilton , continuerà fra quindici giorni in Turchia.

Troppi errori negano la vittoria a Lando Norris

Troppi errori negano la vittoria a Lando Norris

ORDINE DI ARRIVO GP DI RUSSIA

  • 1 – HAMILTON-MERCEDES
  • 2 -VERSTAPPEN-RED BULL
  • 3- SAINZ- FERRARI
  • 4 – RICCIARDO- McLAREN
  • 5 – BOTTAS-MERCEDES
  • 6 – ALONSO- ALPINE
  • 7 – NORRIS- McLAREN
  • 8 – RAIKKONEN- ALFA ROMEO
  • 9 – PEREZ-RED BULL
  • 10 – RUSSELL- WILLIAMS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>