F.1 a Austin vince Verstappen in volata su Hamilton. 4° Leclerc , 7° Sainz

di 

25 ottobre 2021

AUSTIN (Usa)- Max Verstappen vince il Gran Premio di Austin , allunga a 12 punti il vantaggio su un Lewis Hamilton ,che ha provato fino all’ultimo metro il sorpasso sull’olandese in un finale al fulmicotone. Continua così questa sfida fra due grandi campioni, che rendono, finalmente interessante  il mondiale, ”addormentato” in questi  ultimi anni dal dominio del binomio Hamilton-Mercedes.  Un Gran Premio che a parte la sfida finale tra i due contendenti, è stato meno entusiasmante di altri visti in questo 2021, a parte qualche battaglia …dura tra le posizioni retrostanti. Senz’altro una gara in parte condizionata dallo sconnesso tracciato texano, criticato dai piloti appunto per i molti tratti irregolari, che possono creare problematiche alle monoposto. Verstapenn e la Red Bull azzeccano i tempi dei pit stop, anche se al secondo dell’olandese, una incertezza fa perdere tempo al vincitore. Da parte sua Hamilton e la Mercedes partiti favoriti nei pronostici,nonostante la pole di Verstappen, visto le sei vittorie nelle ultime sette edizioni, devono rassegnarsi al binomio Verstepppen- Red Bull, che quando … non sbagliano niente in questo 2021, riescono a sovvertire ogni pronostico ed a rendere come detto finalmente combattuta la lotta per il titolo.

FERRARI-  Charles Leclerc, lotta ancora una volta per un posto sul podio mettendocela tutta con una SF 21 che si conferma in crescita. Ma oggi contro la seconda Red Bull di un Sergio Perez, in versione secondo pilota da “raccolta punti” pesanti per il titolo costruttori, non c’è stato niente da fare. Carlos Sainz, autore di una gara corsa sulla McLaren di Ricciardo, per continuare la rincorsa al team “arancio” per il terzo posto nel costruttori, deve cedere nel finale al simpatico australiano ed al ritorno di un anche oggi opaco Bottas, chiudendo settimo. Lo spagnolo del Cavallino precede comunque l’altra McLaren di Norris, che negli ultimi gran premi sembra aver perso un lo smalto  che lo aveva portato a rasentare la vittoria in Russia. Ora il distacco della Ferrari dopo Austin è di 3,5 punti, una distanza ampiamente colmabile se gli uomini di Binotto proseguono in questa evoluzione di aggiornamenti sulla SF21.

Questo slideshow richiede JavaScript.

TOP TEN-  Detto di Perez ottimo terzo, così come Leclerc quarto, al quinto posto troviamo un Ricciardo che risponde agl attacchi di Sainz, poi quando lo spagnolo cede porta casa un risultato che mantiene come detto anche se di poco, la McLaren davanti al Cavallino nel costruttori. Sesto posto senza infamia e senza lode per ormai per Bottas, ormai sempre meno uomo Mercedes. Dietro Sainz settimo abbiamo già parlato di un Norris opaco, che precede il deb Tsunoda con la Alpha Tauri, combattivo il piccolo giapponese che ha reso dura la vita anche ad Hamilton dopo il pit stop del campione inglese. L’ultimo punto se lo aggiudica Sebastian Vettel, con una gara accorta approfittando delle  scaramucce a suon di ruotate e sportellate tra Alonso e Raikkonen, davanti al tedesco ex Ferrari.

Fra quindici giorni si va in Messico per il quintultimo Gp della stagione, 125 punti a disposizione per i due contendenti Verstappen ed Hamilton, che è prevedibile se li spartiranno non certo in maniera equa, salvo sorprese,  fino all’ultimo giro del 12 dicembre ad Abu Dhabi.

Classifica GP USA

  • 1- VERSTAPPEN-RED BULL
  • 2 – HAMILTON- MERCEDES
  • 3 – PEREZ-RED BULL
  • 4 – LECLERC-FERRARI
  • 5 – RICCIARDO- McLAREN
  • 6 – BOTTAS- MERCEDES
  • 7 – SAINZ-FERRARI
  • 8 – NORRIS–McLAREN
  • 9 – TSUNODA-ALPHA TAURI
  • 10 – VETTEL-ASTON MARTIN

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>