Finalmente Vuelle: a Cremona è vittoria 84-88

di 

21 novembre 2021

259466247_6427293390675774_8808152182067905337_nVANOLI CREMONA – CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 84-88

Vanoli Cremona: Harris 20, Sanogo ne, Mcneace 2, Pecchia 5, Poeta ne, Spagnolo 19, Tinkle 15, Cournooh 9, Miller 14, Agbanu 0, All. Galbiati

Carpegna Prosciutto Pesaro: Drell ne, Moretti 14, Tambone 0, Camara 0, Zanotti 4, Sanford 18, Larson 6, Demetrio 5, Delfino 18, Jones 23, All. Banchi

Arbitri: Mazzoni, Noce, Borgo

Parziali: 18-19, 20-19, 18-25, 28-25

CREMONA – Torna finalmente alla vittoria la Vuelle, anche se nel finale ha rischiato di buttare via tutto, ma grazie alla freddezza di Moretti, Pesaro vince col punteggio finale di 88 a 84, trascinata da un grande Delfino, da un positivo Jones, 23 punti e 11 rimbalzi, e da un Sanford da 18 punti, mentre Drell non ha messo piede in campo, in quella che comunque è stata la sua ultima partita in maglia Vuelle.

Con questi due punti, la Carpegna Prosciutto aggancia all’ultimo posto la Fortitudo, affrontando la pausa per la Nazionale, con un briciolo in più di fiducia, pausa che dovrà servire a prendere il sostituto di Drell, e anche un secondo rinforzo, indispensabile per poter sperare ancora nella salvezza.

PRIMO QUARTO

Cremona senza Poeta e Sanogo, Pesaro al completo, dopo aver recuperato in extremis i vari acciaccati, con coach Bianchi che schiera in quintetto Moretti e Sanford da esterni, Delfino in ala piccola e la coppia Zanotti-Jones sotto i tabelloni, i primi due punti del match portano la firma di Moretti, con Jones a segnare il 4 a 0 ospite, per una Vuelle che con la schiacciata di Jones si porta sull’8 a 5, ma deve subire la tecnica di Spagnolo, bravo a segnare un paio di arresti e tiro per il meno uno, in un duello dì buona fattura con Moretti. La Carpegna Prosciutto cerca con insistenza il pick and roll, coinvolgendo Jones, ma si ritrova sotto per la prima volta nel punteggio, con Miller a sorpassare sul 15 a 14, in un primo quarto in cui le due squadre hanno difeso il giusto, e attaccato in maniera decorosa, che si chiude sul punteggio di 19 a 18 per la Vuelle.

SECONDO QUARTO

Ci sono Camara, Tambone, Demetrio e Larson nel quintetto che inizia il secondo periodo, con il solo Delfino superstite, e il capitano segna la tripla del 22 a 21, ma Harris, con 8 punti consecutivi, cerca di dare la prima spallata al match, portando i padroni di casa sul 28 a 22, costringendo coach Banchi a chiamare timeout, nel tentativo di ridare ordine ad un attacco che ha perso quattro palloni consecutivi, consentendo a Cremona di segnare punti facili in transizione, dal minuto escono bene Sanford e Jones, che riportano Pesaro a meno uno, ma il rientro di Spagnolo rimette ordine all’attacco cremonese, con gli assist per il 35 a 29, e per tornare a meno uno, la Carpegna Prosciutto pesca il jolly con la tripla di Demetrio, pareggiando a quota 38 con Moretti, punteggio con cui si chiude il secondo quarto.

Le statistiche di metà partita evidenziano i 10 punti e 5 rimbalzi di Jones, per una Vuelle che non ha tirato neanche un tiro libero, e che sta tirando malino (4 su 13) da tre, mentre è avanti alla voce rimbalzi (17-14).

TERZO QUARTO

Si riparte, con la speranza che Zanotti e Tambone diano un contributo maggiore rispetto ad un primo tempo giocato sottotono, anche se Zanotti sbaglia i primi due liberi concessi alla Vuelle, prima di schiacciare il 42-43, con Delfino a segnare la tripla del più quattro ospite, per una Carpegna Prosciutto che con un libero di Jones si porta sul 48 a 43, ma cinque punti consecutivi di Trinkle pareggiano velocemente il match, costringendo Banchi a chiamare timeout, da cui la Vuelle esce con la tripla del capitano, arrivato a quota 11 punti personali, portandosi sul 55 a 50 grazie a Demetrio, e quando Jones segna il suo 17esimo punto, la Carpegna Prosciutto vola sul 59 a 50, in un terzo quarto che si chiude sul punteggio di 63 a 56 per gli ospiti.

ULTIMO QUARTO

Dieci minuti in cui la Vuelle dovrà continuare a cercare con insistenza il gioco dentro l’area, sfruttando l’assenza di McNeace, mentre in difesa dovrà fare attenzione ai tiratori da tre cremonesi, e infatti i primi attacchi del quarto si fondano tutti su Jones, arrivato a quota 23 punti, per il 67 a 56 ospite, con Cremona che si schiera a zona, tornando a meno sei grazie al solito Spagnolo, parziale di 7 a 0 interrotto dalla tripla di Delfino, con Sanford a segnare da sotto il 72 a 63, tornando a più 11 grazie al 18esimo punto del capitano, quando si entra negli ultimi cinque minuti del match, ma con due giochi da tre punti, la Vanoli torna a meno sei, e con il punteggio in equilibrio, come al solito, vi forniamo il play to play degli ultimi tre minuti, con Pesaro avanti per 76 a 70: Miller sbaglia in entrata, ma Moretti perde palla in palleggio, commettendo poi fallo su Spagnolo, che segna il libero del meno cinque, Sanford sbaglia e Miller segna la tripla del meno due, a 120 secondi dalla sirena, Cremona ha ancora falli da spendere, con Sanford ad infilare la tripla del 79 a 74, mentre Pesaro ha già esaurito il bonus, anche se Harris sbaglia un paio di liberi, Larson sbaglia dai quattro metri, e stavolta Harris segna i liberi del meno tre, a 45 secondi dal termine, Moretti segna in entrata, ma Harris segna la tripla del meno due, commettendo poi fallo su Moretti, che segna i liberi del 83 a 79, con Galbiati che chiama timeout, per portare la palla in zona offensiva, con 16 secondi sul cronometro, ma la Vanoli perde palla sulla rimessa, e Sanford si presenta in lunetta, segnando i liberi del più sei, Spagnolo è l’ultimo ad arrendersi, con i liberi del meno quattro, e in lunetta si presenta ancora Moretti, che segna i liberi dell’87 a 81, ma Spagnolo infila la tripla del meno tre, ad un secondo e mezzo, con Larson che segna il libero del definitivo 88 a 84, punteggio con cui la Vuelle torna finalmente alla vittoria,

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>