La Vis stecca la prima del 2022. Il Teramo passa al Benelli 0-2

di 

22 gennaio 2022

 

PESARO – Brutto inizio di 2022 per la Vis Pesaro che stecca la prima dell’anno nuovo perdendo 0-2 col Teramo in una gara compromessa sul nascere da un approccio molle e non aiutata da un primo tempo di scarsa pericolosità in cui le due reti degli abruzzesi non sono un passivo risolvibile con la piccola aggiunta di intraprendenza della ripresa. Giornata di redenzione per il Teramo che pulisce la sconfitta dell’andata e inverte la marcia di un orribile dicembre chiuso con tre sconfitte e 11 gol presi. Situazione deficitaria che porta il Teramo a scendere in campo a Pesaro senza under in formazione contro una Vis che al contrario ne schiera sei.

Marcandella in azione

Marcandella in azione

Pronti, via e nella Vis riemergono vecchi vizi perchè i pesaresi dopo due minuti vanno già sotto nel punteggio: il nuovo arrivato Mordini affonda sulla sinistra con estrema facilità e disegna un traversone basso nel cuore dell’area che viene capitalizzato in rete da De Grazia, il quale festeggia al meglio il suo ritorno a Teramo nel mercato di gennaio (ceduto dal Piacenza). La Vis prova a reagire, ma fatica a rendersi pericolosa non aiutata dall’improbabile coppia d’attacco composta da Cannavò e dal semidebuttante classe 2003 Accursi (Tonso infortunato, Gucci e De Respinis in panchina a mezzo servizio). Gli unici tentativi sono riconducibili a velleitarie conclusioni di Marcandella. Il Teramo di contro si mostra incisivo e alla mezzora raddoppia quando una punizione di Arrigoni trova la zampata volante di Bernardotto che batte Farroni. Al 41° per poco non ci scappa il tris con l’ex Hadziosmanovic che accarezza il palo. 

Nel secondo tempo la Vis comincia a rianimarsi e nei primi dieci minuti ha due chances importanti con i subentrati De Respinis e Gucci, ma Perucchini risponde presente. Debutta anche Acquadro che ha un’occasione non sfruttata su corner. Troppo poco, però. Il Teramo controlla, la Vis si arrende e chiude col nervosismo di Cusumano che al 91° si fa cacciare per frasi ingiuriose nei confronti del direttore di gara.

VIS PESARO – TERAMO 0-2

VIS PESARO (3-5-2): Farroni; Manetta (1’st Piccinini), Gavazzi, Cusumano; Saccani, Coppola, Astrologo (17’st Acquadro), Marcandella (35’st Silenzi), De Nuzzo; Cannavò (1’st De Respinis), Accursi (17’st Gucci). All. Banchini

TERAMO (4-3-3): Perucchini; Hadziosmanovic, Codromaz, Pinto, Mordini; De Grazia (27’st Fiorani), Arrigoni, Mungo (36’st D’Andrea); Malotti (27’st Soprano), Bernardotto, Rosso (12’st Forgione). All. Guidi

ARBITRO: Gemelli di Messina

RETI: 2’pt De Grazia, 30’pt Bernardotto

NOTE: ammoniti Manetta, Saccani, Rosso, Malotti, De Grazia, Pinto, De Nuzzo. Espulso Cusumano (46’st)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>