31° “Trofeo Ludovico Scarfiotti”, vittoria del campione europeo Christian Merli. Grande prestazione del pesarese Alessandro Rinolfi fra le vetture storiche

di 

5 maggio 2022

SARNANO – Il Campione Europeo 2021 Christian Merli, si aggiudica la 31^ edizione della Sarnano-Sassotetto, “Trofeo Ludovico Scarfiotti”, dopo una battaglia sul filo dei centesimi con l’eterno rivale di sempre, il pluri Campione Italiano ed Europeo Simone Faggioli. Sotto la pioggia che ha caratterizzato la gara, 2° prova del Campionato Italiano Velocità in Salita (C.I.V.M.) , Merli e Faggioli hanno come sempre  dato spettacolo lungo gli impegnativi  9,9 km che dalla caratteristica città termale di Sarnano salgono, attraverso un suggestivo percorso, sui Monti Sibillini agli oltre 1,200 metri  della vetta di Sassotetto. Merli ha sfruttato al meglio il potenziale della sua Osella PA30 Evo motorizzata Zytek ufficiale, particolarmente a suo agio con le gomme Avon sul percorso bagnato, precedendo sul traguardo per poco più di 60 centesimi Faggioli, al volante della francese Norma M20- Zytek ufficiale, gommata direttamente dalla Pirelli. Il campione toscano, attuale leader del campionato italiano, ha provato come sempre a soffiare la vittoria fino all’ultimo metro al rivale trentino, a sua volta in testa all’europeo,  rinnovando quel duello fra due eccezionali campioni che da anni dominano, alternandosi nelle vittorie, le salite italiane ed europee. Terzo gradino del podio per il cosentino Domenico Scola jr.  Nipote dell’indimenticato e omonimo “Don Mimì” vincitore a Sarnano per due volte negli anni ‘70, l’ex campione italiano,già vincitore del “Trofeo Scarfiotti”  nel 2013, è salito deciso sopperendo con la sua classe alla minor potenza della sua Osella PA 2.000 cc. Motorizzata Honda. Agguerrita anche la lotta fra le altre categorie e classi in gara, da sottolineare quella fra le potenti “Super car” della Gran Turismo, con la vittoria del già campione italiano di categoria Lucio Peruggini con la Ferrari 488, il foggiano ha preceduto l’esperto e corregionale Rosario Iaquinta, che non ha trovato il giusto feeling sul bagnato con la sua Lamborghini Huracan.

CAMPIONATO ITALIANO AUTOSTORICHE- Il Trofeo Scarfiotti, magistralmente organizzato dagli appassionati uomini del “Team” di ACI Macerata, con il supporto delle istituzioni locali e della “nostra” Associazione “Terra di Piloti e Motori”, è l’unica gara in Italia ad avere la doppia titolarità per i Campionati Italiani delle vetture moderne e di quelle storiche. Ed anche fra “ancienne”, è stata battaglia, con il miglior tempo assoluto di Stefano Peroni, con la sua Martini MK32 di F.2, alle spalle del pluri campione fiorentino, il piemontese Mario Massaglia con la Osella PA9/90 , chiude il podio dell’assoluta il siciliano Salvatore “Totò” Riolo con una Lucchini SN. Grande prestazione del plurititolato Alessandro Rinolfi, il pesarese con la sua ormai “cucita addosso” Morris Mini Cooper 1.275,  con una prestazione monstre, cosa che gli capita spesso, ha vinto la Classe 1.300 cc, il Periodo F, ma sopra tutto ha stabilito un tempo che lo colloca al 20° posto della classifica assoluta, precedendo vetture più potenti della sua piccola “bomba” inglese.Grande soddisfazione per Rinolfi che oltre a vincere titoli in pista ed in salita, è anche il deus ex machina della Coppa Faro, la salita di Campionato Italiano che va in scena sulla nostra Panoramica, oltre a curare la sezione auto per l’Associazione Terra di Piloti e Motori.

LE FOTO DI MICHELE PUCCIONI:

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>