29° Rally Adriatico: ad Urbino un’edizione da record con 110 equipaggi

di 

11 maggio 2022

 

URBINO – La città di Raffaello, dei Duchi di Montefeltro e della antica Università,oltre che Patrimonio dell’UNESCO, si prepara ad ospitare il prossimo week end del 14/15 maggio, il 29° Rally Adriatico. Un ritorno nella nostra provincia, dopo le prime edizioni, che pare aver portato bene alla gara “inventata” ed organizzata dalla “PRS GROUP”, infatti sono 110 gli equipaggi che si sfideranno nelle impegnative prove speciali sterrate, tra Fermignano,Cagli e Fossombrone. Il Rally Adriatico è valevole quale seconda prova del Campionato Italiano Rally Terra (CIRT), terza gara del “Tricolore” Auto Storiche (CIRTS), secondo appuntamento del Italiano Off- Road, riservato ai fuori strada ed ai “ side by side” , oltre che secondo round del Campionato Italiano Junior. A completare questo ricco plateau di validità che rendono l’Adriatico uno dei rally più “gettonati”, vi è la prima prova della Coppa Rally V zona, che comprende le regioni Marche, Emilia-Romagna, Umbria e la Repubblica di San Marino. Tutti i big che puntano ai vari titoli hanno dato la loro adesione, pronti a darsi battaglia ed offrire spettacolo agli appassionati, a partire dal vincitore della prima prova della stagione, il plurititolato Paolo Andreucci, undici titoli italiani per il pilota toscano, a scalzare dal “trono” Andreucci ci saranno gli altri specialisti degli sterrati, il veneto Costenaro, il bresciano Trevisani, il piemontese Tonso, il sammarinese Vagnini e sempre dal Monte Titano, Daniele Ceccoli, oltre ai possibili outsider, Dalmazzini, Dettori e Oldrati. Fra le spettacolari Auto Storiche, si preannuncia battaglia fra  l’evergreen plurititolato Italiano ed Europeo “Lucky”, al secolo Luigi Battistolli, con alle note una “icona” dei rally: Fabrizia Pons ,al via con la Lancia Delta Integrale 16V, a sfidarli il vincitore delle prime due gare della stagione, il reggiano Andrea Tonelli con la Ford Escort RS, con un’altra Escort da tenere d’occhio il sammarinese Pelliccioni, così come le due Sierra Cosworth di Bacci e Bentivogli. Spettacolo anche fra le Off-Road, con l’assenza del leader della classifica Alfano, proveranno a recuperare punti pesanti l’inossidabile e plurititolato Lorenzo Codecà, Alessandro Trivini Bellini, Andrea Luchini e Paolo Semeraro.Nel Campionato “Junior” , che si disputa con le Renault Clio R5, tutti ad inseguire il siciliano Alessandro Casella, vincitore della prima gara ed intenzionato concorrenza permettendo, a provare subito l’allungo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

IL 29° RALLY ADRIATICO- Articolato su 9 Prove Speciali ( 3 da ripetersi altrettante volte), la “PRS Group” scegliendo Urbino, come fulcro dell’evento ed i territori limitrofi per la gara, guarda al futuro cogliendo la possibilità di rinnovamento e ampliamento del percorso che offre lo scenario  del Montefeltro, per rendere sempre diversa e più interessante la manifestazione. Programma reso possibile anche grazie alla disponibilità delle Istituzioni locali, con il Sindaco di Urbino Maurizio Gambini in testa, della Provincia di Pesaro-Urbino e Regione Marche, che a loro volta vedono nel Rally Adriatico una ulteriore possibilità di sviluppo turistico e di beneficio per il tessuto economico e industriale della provincia.

Per tutte le informazioni sul 29° Rally Adriatico, consigliamo il sito ufficiale Rally Adriatico e quello di ACI Sport, dove è possibile scaricare il programma completo del rally, con orari,cartine del percorso ed elenco iscritti, oltre a tutte le info  per seguire al  meglio lo spettacolo unico del Rally Adriatico.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>