F.1. Verstappen vince in Francia e “mette le ali. Leclerc out, le due Mercedes sul podio. Grande rimonta di Sainz

di 

24 luglio 2022

Leclerc contro le barriere

Leclerc contro le barriere

LE CASTELLET (Francia)- Max Verstappen, vince il GP di Francia, e “mette le ali” verso il secondo titolo Mondiale di fila. Settima vittoria per il campione olandese, autore di una gara perfetta. Un Verstappen maturato diventato perfino stratega, provando a mettere pressione da vicino per 18 giri al leader e rivale Leclerc. Uscito di scena il monegasco, l’olandese ha poi gestito al meglio la gara e gli pneumatici della sua Red Bull, sapendo che un secondo pit stop avrebbe potuto creargli delle difficoltà, con un Hamilton oggi deciso a festeggiare al meglio il suo GP numero 300, alla fine ottimo secondo davanti al compagno Russell, il quale ha avuto ragione dopo un bel duello, sulla Red Bull di Sergio Perez, non particolarmente brillante oggi. Un segnale che la Mercedes a piccoli passi è sulla strada del ritorno sulla scena come possibile protagonista, anche se spesso come oggi, aiutata dalle sfortune delle due Ferrari. Ritornando a Verstappen con 63 punti di vantaggio su Leclerc, inizia a 10 gran premi dalla fine a nutrire sempre la speranza di rimettersi in testa la corona di Campione anche in questo 2022.

Verstappen festeggia la vittoria

Verstappen festeggia la vittoria

LECLERC E FERRARI-  Aveva illuso dopo l’ennesima pole di ieri Charles Leclerc, pronti via ed il monegasco mantiene la prima posizione, vede sempre negli specchietti la sagoma della Red Bull di Verstappen, e quando il fantasma dell’olandese “sparisce” per il pit stop , al diciottesimo giro tenta probabilmente lo strappo prima della sua fermata, commettendo l’errore che probabilmente alla fine  lo allontana definitivamente da quel suo sogno che è anche quello di milioni di fans che dopo anni di amarezze speravano e credevano nel giovane campione monegasco ed in una  Ferrari ,non sempre perfetta ma ritornata  comunque competitiva . L’Ingegner Binotto ha dichiarato, forse per consolare Leclerc, pentito e scusatosi in mondovisione, se stesso e tutto l’ambiente del Cavallino, che ci sono ancora dieci gran premi da vincere, un ragionamento matematico perfetto ma poi… Comunque a consolazione c’è stata la grande gara di Carlos Sainz, partito diciannovesimo, per la penalizzazione dovuta al problema “ scottante” di Zeltweg, lo spagnolo è stato autore di una grande rimonta, culminata con due sorpassi da cineteca ai danni di Russell prima e su Perez dopo. Salito fin sul virtuale terzo gradino del podio, Sainz è stato “ostacolato” prima da una penalità per un’uscita “arrembante “ dal pit stop e poi da una nuovamente inspiegabile scelta, almeno per noi spettatori, del suo box di farlo rientrare per un pit stop “salva pneumatici”, a pochi giri dal termine. Sainz oggi in formato gigante, assecondato finalmente da una F1-75 altrettanto perfetta ad un’altra rimonta che lo ha portato fino alla quinta posizione. 

Rimonta di Sainz dal 19° posto al podio vanificato da una strana scelta di strategia

Rimonta di Sainz dal 19° posto al podio vanificato da una strana scelta di strategia

TOP TEN- Dei primi cinque, Verstappen, Hamilton, Russell, Perez e Sainz ne abbiamo parlato sopra, al sesto posto troviamo ancora una volta un grande Fernando Alonso,  che quando ha una macchina performante, come spesso accaduto alla Alpine di quest’anno, aggiunge la sua classe ancora intatta nonostante le 42 primavere, ed i risultati sono questi, ovvero top ten garantita. Settimo posto per Lando Norris, la McLaren va a momenti lui no, il campioncino inglese è sempre al top, ci mette del suo e ne ha tanto, salvando spesso quello che è l’ombra di un Team che ha fatto la storia della F.1.Ottavo posto per Ocon, le prende ancora una volta dal compagno Alonso, ma il pur bravo francese “lavora” per la classifica dell’Alpine nel costruttori. Nono posto per l’ex sorriso smagliante della F.1, Daniel Ricciardo, sorriso sparito a causa delle prestazioni della “sua” McLaren e di quelle di Norris.Si riaffaccia in zona punti Lance Stroll, il canadese con la Aston Martin, di papà,si mette dietro il blasonato compagno Vettel, undicesimo.

Altro forcing e fra sette giorni si ritorna in pista per il GP di Ungheria , vedremo se il Danubio che attraversa Budapest rimarrà di un blu simil Red Bull, o per un giorno si tingerà di  …rosso

CLASSIFICA GRAN PREMIO DI FRANCIA

1) VERSTAPPEN-RED BULL 

Lewis Hamilton al secondo posto

Lewis Hamilton al secondo posto

2) HAMILTON- MERCEDES

3) RUSSELL- MERCEDES

4) PEREZ-RED BULL

5)SAINZ-FERRARI

6) ALONSO-ALPINE

7) NORRIS-McLAREN

8) OCON-ALPINE

9) RICCIARDO-McLAREN

10) STROLL- ASTON MARTIN

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>