Palio dei Bracieri e La Rossini, per Ricci: «Una scommessa vinta»

di 

1 agosto 2022

PESARO – Una scommessa vinta». Il sindaco Matteo Ricci commenta così il doppio appuntamento del week end, la decima edizione del Palio dei Bracieri abbinata a La Rossini – Festival della Pizza Pesarese. «È stato uno spettacolo al quadrato. Il risultato non era scontato, perché non era semplice ricominciare dopo due anni di stop legato al Covid. I ringraziamenti vanno agli organizzatori, su tutti Massimiliano Santini, che hanno fatto un ottimo lavoro».

Il Palio dei Bracieri 

Villa Fastiggi vince la decima edizione del Palio dei Bracieri. La contrada sanpietrana ha battuto in finale Pantano, Santa Maria Dell’Arzilla e Santa Veneranda al termine della staffetta 4×1200, alzando il ciocco per la prima volta nella storia della manifestazione e facendo esplodere il fossato in un tripudio biancorosso. «È stata una bellissima festa per tutta la città – ha continuato Ricci -. Una Rocca Costanza così colorata e viva non si vedeva da tempo. Bello vedere tanti giovanissimi coinvolti, questo vuol dire che il Palio ha un grande futuro davanti».  Tredici, le contrade in gara quest’anno, che hanno sfidato il caldo della domenica pomeriggio per darsi battaglia a suon di bracieri: oltre alle finaliste anche Vismara, Villa Ceccolini, Villa San Martino, Case Bruciate, Muraglia, Tombaccia, Montegranaro, Centro Mare, Soria. «In tutte le edizioni i giovani sono stati il cuore pulsante di questo evento, il loro sano entusiasmo e la loro voglia di sentirsi protagonisti della città continua ad essere il volano che ha portato al coinvolgimento di tutti i quartieri e di tutta la comunità pesarese di qualsiasi età. Ringraziamo chi sostiene il Palio dei Bracieri, importanti realtà come Riviera Banca, Coop, Prochima e grazie anche alla solida e storica collaborazione con Avis Comunale Pesaro», ha commentato l’organizzatore Massimiliano Santini. 

Ad aggiudicarsi il titolo di Miss Palio è stata Alessia Galeazzi, della contrada Tombaccia. Ventidue anni, studentessa di Tecniche di laboratorio biomedico all’Università Politecnica delle Marche.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Rossini – Festival della piazza pesarese

Quasi 4000 pizze sfornate, oltre 3500 uova sode e 200 kg di maio. Sono i numeri da record della terza edizione de La Rossini – Festival della Pizza Pesarese, «un piatto tipico diventato parte della nostra identità», ha commentato il sindaco Ricci. Una tra le manifestazioni più golose del calendario degli eventi estivi, e tra le più amate dai pesaresi, che anche quest’anno ha richiamato migliaia di visitatori di tutte le età e non solo all’ora di cena. Tante le attività che organizzate già nelle ore pomeridiane: dai laboratori per bimbi, momenti didattici in cui insegneremo ai piccoli la vera ricetta della pizza Rossini tra farina, pastrocchi e tanta Maio, alle gare per la “best” Rossini a colazione, al piatto e al taglio.

Ecco i vincitori dei contest, che sono stati scelti attraverso un sondaggio online.

  • Miglior Rossini a colazione ZUCCHERO A VELO
  • Miglior Rossini al piatto C’ERA UNA VOLTA
  • Miglior Rossini al Taglio TONI

    Poi la divertentissima sfida del divoratore di Rossini, vinta da Luis Poggiali che ha mangiato 12 Rossini in 10 minuti. La migliore pizza Home Made è invece quella di Filippo Roberti, ex alunno dell’Istituto Alberghiero Santa Marta di Pesaro. «Ringraziamo per il grande sostegno Italforni, sempre al nostro fianco. E tutti coloro che sono intervenuti in questi quattro giorni di festa, rendendo ancora più viva e unica la nostra città», ha concluso l’organizzatore Santini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>