F1 a Spa, vince uno stratosferico Verstappen, doppietta Red Bull con Perez

di 

29 agosto 2022

SPA-FRANCORCHAMPS (Belgio) – “Super Max” Verstappen, vince il GP del Belgio sul mitico circuito di Spa, partito quattordicesimo, per la penalità a causa del cambio della power unit, il Campione olandese ha dato spettacolo sulla pista più difficile e complicata del mondiale, prendendo la testa dopo soli 12 giri. Una cavalcata nella foresta delle Ardenne che lo proietta verso il secondo titolo consecutivo, assecondato da una Red Bull stratosferica quanto il suo pilota. Il Team anglo-austriaco fa doppietta con la seconda piazza di Sergio Perez ed ipoteca anche il titolo Costruttori. Carlos Sainz partito dalla pole fa la “sua “ gara, o meglio quello che gli permette oggi la Ferrari F.1- 75, prende la testa all’inizio, prova a resistere a Perez per il secondo posto e nel finale contiene il ritorno della Mercedes di George Russell, salendo sul gradino più basso del podio. Mentre Leclerc, costretto anche lui ad una gara in recupero, un’altra domenica da dimenticare, costretto ai box al giro 4 causa una pellicola della visiera del casco finita nella presa d’aria della su Ferrari, il monegasco ripatito in fondo al gruppo ci mette tutto il suo bagaglio per salvare il salvabile. Ma pare che una gigantesca nuvola “fantozziana” si sia stabilita sopra di lui e del suo box. A pochi giri dal termine viene richiamato per un cambio pneumatici per provare a prendere il consolatorio punto del giro veloce, impresa che fallisce perchè gli viene sanzionata una penalità di 5 secondi per velocità eccesiva in corsia box, cosa che lo relega al sesto posto finale. Una Ferrari ancora in confusione, a parte l’episodio di Leclerc, inutile provare a prendere il giro più veloce quando Verstappen viaggiava un secondo e mezzo più veloce apparentemente senza forzare, ma ancora una volta anche la scelta degli pneumatici per Sainz lascia dei dubbi. A questo punto come aveva detto l’Ing Binotto e lo stesso Leclerc dopo l’Ungheria, sogni di gloria nel cassetto e “vivere” la situazione gara per gara, cercando soddisfazioni parziali per il Team e per i tifosi del Cavallino illusi come tutti da un inizio campionato promettente. Questa sera la classifica piloti dice Verstappen 284 punti, Perez 191 e Leclerc 186, quarto è Sainz con 171 punti, con il fiato sul collo di George Russell a 1 punto dallo spagnolo. Mentre in quella dei Costruttori la Red Bull con la doppietta di oggi,” mette le ali” volando a 475, contro i 357 della Ferrari, che deve guardarsi le spalle da una Mercedes in recupero a quota 316. La ex regina del mondiale , oggi ha vissuto un momento difficile, con Hamilton che sbaglia manovra al primo giro e si tocca con Alonso, l’ex iridato è costretto al ritiro mentre Alonso come sempre “diretto” gliele… canta via radio.

TOP TEN

Detto di Russell quarto, al quinto posto troviamo Fernando Alonso, sempre combattivo in pista e verbalmente, il due volte iridato spagnolo, ringrazia del “regalo” di Leclerc portando ancora punti preziosi alla Alpine, la sua ormai ex squadra. Dietro a Leclerc c’è stata una bella bagarre nei giri finali per le posizioni fino al decimo posto. Settimo posto per l’altra Alpine di Ocon, autore di una bella gara visto che partiva anche lui penalizzato. Dietro al francese Sebastian Vettel, che dopo l’annuncio del ritiro a fine stagione, sembra voler lasciare un segno, ovviamente in base a quello che gli può consentire la sua Aston Martin. Nono posto per Pierre Gasly, con la Alpha Tauri, made in Faenza, il giovane francese è stato autore di un ottimo recupero dopo essere partito dai box causa un problema elettrico. L’ultimo punto va ad Alex Albon, che dopo la bellissima prova di ieri in qualifica, esalta con la sua guida una Williams in crescita ma non certo da top ten. Forse il giovane anglo-thailandese poteva puntare anche più in alto, se non fosse stato costretto a districcarsi nel parapiglia iniziale causato dalla toccata Hamilton-Alonso.

Fra sette giorni il Mondiale si sposta in Olanda patria di Max Verstappen, inutile commentare che gara sarà e che contorno vedremo sugli spalti.

CLASSIFICA FINALE GP DEL BELGIO

  1. VERSTAPPEN – RED BULL

  2. PEREZ – RED BULL

  3. SAINZ – FERRARI

  4. RUSSELL – MERCEDES

  5. ALONSO – ALPINE

  6. LECLERC – FERRARI

  7. OCON – ALPINE

  8. VETTEL – ASTON MARTIN

  9. GASLY – ALPHA TAURI

  10. ALBON – WILLIAMS

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>