Primo giorno di scuola, il saluto di Ricci e Murgia agli studenti: «Che sia un anno di realizzazione, divertimento, studio, amicizie, vita e crescita»

di 

14 settembre 2022

PESARO – È suonata la campanella per circa 40mila studenti del territorio «a tutti loro un grande in bocca al lupo. Che sia un anno di realizzazione, di divertimento, di studio, di amicizie, di vita. Che siano mesi regolari, in presenza, a contatto con amici e insegnanti. Speriamo di esserci lasciati alle spalle il momento peggiore della pandemia». È l’augurio del sindaco Matteo Ricci e dell’assessore alla Crescita Camilla Murgia, che questa mattina hanno salutato i ragazzi pesaresi al loro rientro in aula.

Prima tappa la Dante Alighieri, nella sua nuova sede di Pesaro Studi in viale Trieste, in presenza anche l’assessore al Fare Riccardo Pozzi e alla Sostenibilità Heidi Morotti, accolti dalla direttrice scolastica Alessandra Zacco. «Siamo riusciti a trovare una collocazione alternativa in un luogo già predisposto ad accogliere studenti. Un trasferimento necessario per consentire la realizzazione del nuovo plesso di Soria – così Ricci e Murgia -. L’istituto di via Gattoni verrà riqualificata su modello della scuola di via Lamarmora, al top dell’efficientamento energetico. Coltiviamo questa politica di edilizia scolastica, perché vogliamo che i ragazzi crescano in spazi sicuri, sostenibili, belli e accoglienti». La struttura di Pesaro Studi torna a vivere dopo anni di chiusura, nel segno della sostenibilità, della transizione ecologica e del digitale, ospitando insieme ai ragazzi della Dante anche i corsi delle Università di Urbino e Ancona. «Gli interventi svolti hanno riguardato l’adeguato dell’impianto alle normative esistenti e la suddivisione degli spazi in base alle esigenze di scuola e università, per un costo complessivo di 105.000 euro – ha spiegato l’assessore al Fare Riccardo Pozzi – . Sono state trasferite in totale sedici classi per un per un numero di 370 alunni circa. L”intervento realizzato è composto da lavori di manutenzione elettrica idraulica meccanica ed infissi necessari all’adattamento delle aule della vecchia università alle nuove esigenze della scuola media, compresa la realizzazione di vari laboratori didattici».

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il tour è proseguito poi in via Recchi, con la visita alla scuola dell’Infanzia “I 3 giardini”. «Qui – continua Pozzi – abbiamo svolto dei lavori per un totale di 80mila euro per la suddivisione di spazi per consentire l’accoglienza dei bambini più piccoli, come la nuova pavimentazione e interventi di efficientamento energetico».

Infine l’Istituto Cecchi, accolti dal nuovo direttore scolastico Riccardo Rossini: «Una scuola con insegnanti e operatori che amano profondamente Villa Caprile. Un luogo magico, tra i più belli d’Italia – hanno concluso Ricci e Murgia – . Un plesso in trasformazione che ha visto finanziare due progetti grazie ai fondi del PNRR che riguardano convitto e palestra. È una scuola interessante anche dal punto di vista economico perché abbiamo bisogno di nuove idee, di costruire professionalità nel campo dell’agricoltura, delle energie rinnovabili e della sostenibilità. Buon anno scolastico a tutti!»

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>