La Vis ritrova il gol, ma non la vittoria: super-Fedato illude, la Fermana riacciuffa il match al 90°

di 

20 novembre 2022

PESARO – Dopo sei partite e mezzo di digiuno la Vis Pesaro torna a gonfiare la rete, si illude per trentacinque minuti, ma alla fine si piega al secondo pareggio consecutivo raggiunta al 90° da una Fermana che non ha mai mollato alla ricerca di un pari fedele specchio dell’andamento di un derby equilibrato. 

Derby giocato su un campo martoriato dalle piogge del sabato, che si presentava allagato qualche ora prima del match, poi parzialmente prosciugato dall’aiuto delle pompe idrovore della Protezione Civile utilizzate per l’occasione, poi di nuovo mal messo per altre piovute. Precondizioni infauste, ma le squadre provano a giocare a calcio in un primo tempo che si rivelerà un continuo rimbalzo da un’area all’altra senza stoccate decisive: la Vis ha un paio di chances golose con Di Paola e Cannavò, ma difesa e Nardi murano. Idem dalla parte opposta con Farroni e difesa che si oppongono alle pressioni portate da Romeo, Pinzi e Maggio. In campo si vede una Vis che fa un passettino in avanti di creatività, ma che si presenta con un centrocampo (Aucelli-Valdifiori-Borsoi) che fatica in interdizione.

Valdifiori al debutto al Benelli

Valdifiori al debutto al Benelli

Il secondo tempo parte con lo stesso canovaccio che però viene sbloccato da una giocata individuale da applausi. Quella di Fedato che si inventa di sana pianta l’1-0. L’attaccante controlla una palla da defilato sul mancino,  dalla quale riesce a guadagnare l’area di rigore e da posizione complicata sfodera un destro potente e preciso che dà un bacio al palo prima d’insaccarsi. Quinto gol dell’attaccante ex Lucchese che rompe il digiuno lancinante di una Vis che non segnava da sei partite e mezzo.

1-0, ma la Fermana non sta a guardare e si costruisce presto quattro chances per il pari: la prima viene divorata da Fischnaller (diagonale sul fondo), la seconda vede Farroni salvare su una pericolosa carambola di Giandonato, sulla terza Pinzi prova a imitare Fedato, ma il destro finisce fuori di mezzo metro, sulla quarta Farroni chiude ancora su Maggio. La Vis fatica terribilmente dal punto di vista fisico e si mette a serrare le file e a difendere a testa bassa il vantaggio acquisito, ma al 90° deve chinare il capo al primo gol stagionale di Bunino. L’attaccante entra dalla panchina e all’ultimo respiro trova un sinistro volante che anche in questo caso sbatte sul palo prima di gonfiare la rete per quello che sarà l’1-1 finale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>