Ancona, picchia la moglie tornata in Italia: arrestato 52enne

Ancona picchia la moglie appena tornata in Italia: arrestato 52enne. La violenza sulle donne è un fenomeno molto complesso e rappresenta una grave violazione dei diritti umani più basilari. Quando veniamo a conoscenza di episodi di violenza subentra subìto lo sconforto.

Un ennesimo episodio si è manifestato a Maiolati Spontini. Un uomo di 52 anni, di origini straniere, avrebbe effettuato atti di violenza su sua moglie sui suoi figli minorenni. Ecco qualche dettaglio in più su quanto accaduto:

Ancona picchia la moglie

Ancona picchia la moglie non appena rientra in Italia: arrestato uomo 52enne

Le cause della violenza contro le donne sono molteplici, ma non sono mai una giustificazione. Ecco i dettagli di quanto accaduto a Maiolati Spontini:

Stando alle prime ricostruzioni del caso, pare che il luogo del brutto episodio sia Maiolati Spontini (Ancona). Durante la giornata di oggi, martedì 21 maggio 2024, un uomo straniero di circa 52 anni pare che sia stato sottoposto ad arresto. Le motivazioni sarebbero riconducibili a maltrattamenti nei confronti dei famigliari e conviventi e per lesioni personali aggravate. La protagonista di questa ennesima storia fatta di violenze e soprusi sarebbe una donna di circa 46 anni. La donna, anch’ella straniera, pare fosse tornata in Italia da pochi mesi con i suoi due figli minori. L’intento pare fosse quello di ricongiungersi al marito.

Quella che doveva essere una storia a lieto fine pare essersi poi mutata in un incubo. La donna, vittima di violenza e soprusi, avrebbe trovato dunque il coraggio di chiedere l’intervento da parte del 118. La sua segnalazione sarebbe stata inoltrata anche alla centrale operativa della stazione dei carabinieri di Jesi. Una volta arrivata la segnalazione, sul posto pare siano intervenuti i militari della stazione di Moie di Maiolati Spontini e Morro d’Alba. A questi ultimi, la donna avrebbe confessato in maniera parecchio difficoltosa, la situazione vissuta da lei ed i suoi figli. In particolare, pare che lei, assieme ai due figli minorenni, siano stati vittima di violenze fisiche dirette dal marito e mai denunciate.

Questa volta, però, la dinamica avrebbe preso un’altra piega. Infatti, dopo l’ennesimo episodio di violenza, la donna pare abbia trovato il coraggio di denunciarlo. I militari di Moie, dopo aver ascoltato attentamente la donna per ricostruire i fatti, avrebbe subito arrestato l’uomo, successivamente trasferito al carcere di Ancona. Il giudice, una volta convalidato l’arresto, pare che abbia disposto nei confronti dell’uomo delle misure cautelari. La prima di allontanamento dalla casa familiare e la seconda, il divieto di avvicinamento alla donna. Quest’ultima si troverebbe attualmente, con i figli, in una struttura protetta. Trasferita dopo la valutazione dei medici sanitari che avrebbero valutato le lesioni riportate come guaribili in 10 giorni.