Marche, campagna di tutela anziani dalle truffe: ‘Più sicuri insieme’

Marche, campagna di tutela anziani. Le truffe, purtroppo, sono un fenomeno preoccupante. Questo colpisce soprattutto le persone indifese, come gli anziani. Facendo leva su argomenti che tengono a cuore come i figli e la famiglia, i malviventi riescono ad estorcere beni e denaro agli anziani. Quindi, a lungo si è pensato a come si potesse cercare di contrastare il fenomeno. Vediamo l’iniziativa da parte del comune di Fabriano (Ancona):

A Fabriano, in provincia di Ancona, la polizia di stato avrebbe dato inizio ad una campagna molto utile ed interessante. Quest’ultima guiderebbe gli anziani nella tutela di loro stessi nei confronti delle truffe di qualsiasi genere. La campagna acquisirebbe il nome di ‘Più sicuri insieme’. Ecco qualche informazioni in più sull’iniziativa adottata dal comune di Fabriano:

Marche campagna di tutela anziani

Marche, campagna di tutela anziani dalle truffe: ecco di cosa tratta la campagna

Stando a quanto riportato, pare che saranno circa 758 gli anziani ultra 85 enne residenti a Fabriano (provincia di Ancona) a ricevere una lettera. Con quest’ultima, che potrebbe essere consegnata anche porta a porta, gli anziani dovrebbero informarsi su una nuova iniziativa. La campagna di informazione in questione si chiamerebbe “Più sicuri insieme“. L’iniziativa pare sia stata promossa dalla Questura di Ancona e dal Comune di Fabriano. Essa tutelerebbe gli anziani dal rischio di truffe.

Secondo quanto rinvenuto, Fabriano sarebbe la prima città, subito dopo Ancona, ad aver preso parte a questa iniziativa promossa dalla Polizia di Stato in primis. Il sindaco Daniela Ghergo sembrerebbe aver firmato una lettere assieme al questore Cesare Capocasa. La lettere farebbe riferimento ad una serie di consigli facilmente adottabili dagli anziani cittadini. I tre consigli principali sarebbero:

  • evitare di aprire la porta a persone estranee
  • non fornire informazioni personali al telefono agli sconosciuti
  • contattare il 112 (Numero unico europeo) in caso di emergenza. Quest’ultimo aiuterebbe a ricevere immediatamente supporto dagli operatori. Il supporto arriverebbe sia in merito ad una richiesta urgente e sia per denunciare un tentativo di truffa.

Il questore di Ancona, Cesare Capocasa, avrebbe anche ricordato un’iniziativa già avvenuta in passato. Con la collaborazione di Confartigianato, sembra siano state distribuite circa 20 mila brochure informative per tutelarsi in merito alle truffe. Il sindaco Ghergo avrebbe ringraziato il questore per aver scelto Fabriano, dopo il capoluogo, come prima città da cui far prendere inizio alla campagna.