Pesaro, detenuto scappa durante la fisioterapia: arrestato

Pesaro, detenuto scappa durante una seduta di fisioterapia: inseguito ed arrestato. Le evasioni da parte dei detenuti sono eventi che colgono alla sprovvista. Spesso vengono effettuate in maniera spericolata, altre con un pizzico di ingegno. Fatto sta che sono eventi che non dovrebbero accadere mai. Vediamo cosa è accaduto nella città di Pesaro:

A Pesaro, un detenuto del carcere a Villa Fastiggi, pare sia evaso durante una seduta di fisioterapia. Al centro fisioterapico, l’uomo di circa 30 anni, sarebbe stato accompagnato dagli agenti di polizia penitenziaria. Ecco qualche informazione in più su come si sarebbe svolta la vicenda:

Pesaro detenuto scappa

Pesaro, detenuto scappa durante seduta di fisioterapia: ecco la vicenda

L’evasione di un detenuto è un evento che porta con sé, senza ombra di dubbio, tutta una serie di conseguenze. Non soltanto per l’evasore. Questa mattina ad evadere pare sia stato un detenuto di Villa Fastiggi. Ecco qualche informazioni in più sul fatto:

Stando alle prime ricostruzioni del caso, pare che il luogo del fatto sia la città di Pesaro. Protagonista di questa storia pare sia un uomo di circa 30 di origini algerine. L’uomo sarebbe detenuto nel carcere di Villa Fastiggi. La sua detenzione pare sia motivata da un’accusa per tentato omicidio e per violenza sessuale. Tali eventi pare siano avvenuti nella città di Milano, con termine della pena previsto fra 5 anni, nell’anno 2029.

In base alle prime informazioni rinvenute, questa mattina intorno alle 11.30 l’uomo sarebbe scappato durante una seduta di fisioterapia. Il centro pare sia localizzato in via Redipuglia a Pesaro e l’uomo sarebbe stato accompagnato qui dagli agenti della polizia penitenziaria. Stando a quanto ricostruito, pare che l’uomo sia scappato calandosi giù dalla finestra. Pare che si trovasse a piano terra.

Per recuperare l’uomo sembrerebbe esser stato necessario l’intervento da parte dei carabinieri di Pesaro e del comando provinciale. Oltre a loro, anche gli agenti facenti parte della polizia penitenziaria. Il ritrovamento del 30enne pare sia avvenuto in via Lucio Accio, all’interno di un capannone. È probabile che sia stato individuato da qualcuno e successivamente segnalato alle forze dell’ordine. Pare non abbia posto resistenza alle autorità al momento del ritrovamento. Attualmente l’uomo sarebbe stato arrestato e nella giornata di domani dovrebbe essere processato in via direttissima. Intanto, l’uomo pare sia stato ricondotto nel carcere di Villa Fastiggi.