Marche, 50enne accoltellata dal marito: è fuori pericolo

Marche, 50enne accoltellata dal marito: è fuori pericolo. La violenza sulle donne è ormai un argomento ascoltato e risentito tutti i giorni. Esistono, purtroppo, uomini che non accettano di essere lasciati dalla propria moglie o compagna. Dunque, ricorrerebbero sempre alla violenza. Vediamo cosa è accaduto a Sassoferrato in provincia di Ancona:

A Sassoferrato una donna, di 50 anni e di origini romane, pare sia stata accoltellata dal marito mentre era nella sua auto. L’uomo sembra che non abbia accettato la decisione della donna di separarsi da lui. A salvarla quella sera, pare sia stato un passante. Ecco qualche informazioni in più su ciò che è accaduto:

Marche 50enne accoltellata

Marche, 50enne accoltellata è fuori pericolo: ecco i dettagli del caso

A Sassoferrato, in provincia di Ancona, circa 3 settimana fa una donna sarebbe stata accoltellata dall’uomo da cui si stava separando. A salvarla, pare sia stato un passante. Ecco qualche dettaglio in più sul caso:

Stando alle prime ricostruzioni del caso, sarebbe finalmente uscita dalla rianimazione la donna accoltellata dal marito lo scorso 6 maggio. Sarebbe dunque ormai fuori pericolo, dopo l’aggressione dall’uomo da cui si stava separando. Il fatto risalirebbe a più di 3 settimane fa e sarebbe avvenuto a Sassoferrato (Ancona), in via Bramante. Protagonista di questa storia pare sia una donna originaria di Roma ,ma residente a Sassoferrato, Patrizia Ceccolini di anni 50.

I medici avrebbero dunque sciolto la prognosi di Patrizia e la donna pare sia stata trasferita di reparto. Precedentemente pare fosse ricoverata nel reparto di Rianimazione ad Ancona, in gravissime condizioni. Ci sarebbe finita dopo esser stata infilzata due volte col coltello, alla terza la lama pare si sia rotta. In base alla informazioni rinvenute, sembra che il pm Paolo Gubinelli abbia disposto una perizia medico-legale. Questa servirebbe a capire se le coltellate inferte potessero essere letali per la donna. Tale incarico sarebbe stato affidato al medico legale Eva Montanari che produrrà una relazione entro 60 giorni.

Gli accertamenti inizierebbero non appena la donna starà meglio. Ad essi parteciperebbe anche il medico legale Andrea Mancini. Quest’ultimo sarebbe il consulente nominato dalla difesa del marito dalla donna. Tutto ciò pare che serva a constatare se debba permanere l’accusa di tentato omicidio. Nel caso in cui le coltellate non siano giudicate come mortali, si passerebbe ad un’imputazione più lieve. Attualmente il marito sembra sia detenuto nel carcere di Montacuto. Si tratterebbe di Davide Sebastianelli, 55 anni, operaio di professione ed originario di Sassoferrato. Chiaramente sarebbe detenuto per tentato omicidio volontario aggravato dal vincolo della parentela.