Marche, rapina in tabaccheria: arrestato

Marche, rapina in tabaccheria: uomo arrestato dagli agenti di polizia. Le rapine a mano armata implicano dei rischi non indifferenti. Questo perché comportano l’impiego di armi, appunto, che vengono usate per minacciare od intimidire le vittime. Chiaramente, lo scopo primario è quello di sottrarre denaro e beni di valore. Vediamo qualche informazione in più sulla rapina a mano armata avvenuta ad Ancona:

Un uomo di origini polacche, nel 2018, avrebbe effettuato una rapina a mano armata nel centro storico di Ancona. Qui avrebbe sottratto circa 700 euro, impiegati nell’acquisto di cocaina. Nella giornata di ieri l’uomo sarebbe stato arrestato. Ecco qualche dettaglio in più su quanto avvenuto:

Marche, rapina in tabaccheria: ecco come si è svolta la vicenda

Nel 2018, un uomo di origini polacche pare sia stato l’artefice di una rapina a mano armata a danno di una tabaccheria. Avrebbe sottratto circa 700 euro. Ecco qualche informazione in più su questa vicenda avvenuta ad Ancona:

Stando alle prime ricostruzioni del caso, nell’anno 2018 un uomo avrebbe effettuato una rapina a mano armata. Si tratterebbe di un uomo di origini polacche ma residente ad Ancona. Egli avrebbe agito a danno di una tabaccheria situata nel centro storico della città. La polizia della Squadra Mobile di Ancona pare abbia dato inizio all’ordine di esecuzione di carcerazione. Questo sarebbe stato emesso dalla Procura di Ancona.

L’uomo, ormai 35enne, sembra che debba scontare una pena di reclusione pare ad un anno e quattro mesi. Quella sera l’uomo avrebbe agito durante l’orario di chiusura. Pare si sia introdotto nell’esercizio a volto coperto ed armato di un coltello. Con questi elementi si sarebbe dunque impossessato di circa 700 euro in contanti. Nell’ormai lontano 2018, gli agenti di polizia della squadra mobile pare abbiano trovato una serie di elementi. Questi sarebbero: l’arma del delitto in una via del centro città e gli indumenti indossati al momento della rapina. Di questi, l’uomo se ne sarebbe disfatto subito dopo il colpo.

In base alle informazioni rinvenute, pare che solo la somma rubata alla tabaccheria non sia stata recuperata. Questo perché, stando a quanto scoperto, sembra sia stata spesa e sperperata subito dopo la rapina per acquistare della cocaina. Nella giornata di ieri, l’uomo 35enne pare sia stato localizzato dalla polizia, arrestato e trasportato in Questura. Una volta terminati tutti i processi obbligatori, sarebbe stato trasferito al carcere di Montacuto, in provincia di Ancona.