Ancona, appartamenti occupati abusivamente: 9 denunce

Ancona, appartamenti occupati abusivamente: 9 denunce. L’abusivismo edilizio non è così raro quanto si pensi. Purtroppo, è diffuso in molte parti del mondo ed in tanti contesti. I motivi possono essere tanti, in genere legati a fattori economici e di povertà. Vediamo cosa è accaduto a Jesi:

A Jesi, a seguito dei controlli da parte dei Carabinieri, pare siano stati scoperti 9 appartamenti occupati abusivamente. Dunque, 9 le persone per le quali pare sia scattata una denuncia. Alcuni di loro sembra che rubassero anche la corrente elettrica. Ecco qualche dettaglio in più su quanto avvenuto:

Ancona appartamenti occupati abusivamente

Ancona, appartamenti occupati abusivamente: scattate 9 denunce

A Jesi, in provincia di Ancona, i Carabinieri avrebbero eseguito una serie di controlli. Da essi pare sia emerso che 9 appartamenti siano stati occupati in maniera abusiva. Dunque, 9 le persone denunciate di cui cinque con origini straniere. Ecco qualche informazione in più sul caso:

A Jesi pare siano state denunciate nove persone a seguito di una serie di controlli effettuati dai carabinieri. I carabinieri della Compagnia di Jesi, nelle ore scorse, sembra abbiano controllato un immobile appartenente al Comune. Questo stesso immobile starebbe sotto l’amministrazione dell’Erap Marche. I controlli sembra siano stati eseguiti dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Jesi. Assieme a loro avrebbero contribuito anche i Militari delle stazioni di Morro d’Alba e Serra de’ Conti.

Stando alle prime ricostruzioni del caso, i controlli interesserebbero otto appartamenti localizzati nel centro storico della città di Jesi. Di questi 8, sembra che cinque fossero occupati abusivamente. Oltre a questo, sarebbe rinvenuto che in tre alloggi occupati illegalmente ed in uno legalmente, siano stati rilevati allacci abusivi alla corrente elettrica. Le persone coinvolte sarebbero 9, di cui cinque di origini straniere. Tutt’e 9 sarebbero state denunciate con l’accusa di invasione di edificio e furto di energia elettrica. Questa attività investigativa avrebbe poi portato ad altre situazioni illegali che necessitano di ulteriori approfondimenti ed interventi.

In base alle informazioni rinvenute, durante i controlli, sembra sia emerso che uno degli stranieri denunciato (un 25enne), avesse avuto un provvedimento di espulsione. Tale provvedimento di espulsione dal Territorio Nazionale pare sia stato emesso dalla Questura di Modena. Il giovane sarebbe, dunque, stato accompagnato dai Carabinieri ad un centro di Permanenza per il Rimpatrio. Ovviamente, sarebbe stato fatto in conformità con il provvedimento del Questore di Ancona. Contemporaneamente, il 25enne dovrà rispondere anche all’accusa di soggiorno illegale nel territorio dello Stato Italiano,