Pesaro, abusi sessuali su due donne: arrestato egiziano

Pesaro, abusi sessuali su due donne: arrestato egiziano. Una delle più grandi violazioni dei diritti umani è rappresentata dagli abusi sessuali. Questi, purtroppo, rappresentano un problema sociale. Si tratta di veri e propri atti violenti effettuati senza avere il consenso della vittima. Vediamo cosa è accaduto a Pesaro:

Un ventenne residente a Pesaro, pare sia stato catturato dai carabinieri a Formia dopo esser stato denunciato per violenza sessuale. Sembra che siano due le donne che lo avrebbero denunciato, dopo aver subìto tali violenze sul posto di lavoro a Trezzano (Milano). Ecco qualche dettaglio in più su quanto successo:

Pesaro abusi sessuali

Pesaro, abusi sessuali su due donne: ecco i dettagli dell’arresto

Un ventenne egiziano di Pesaro sarebbe stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di due sue colleghe di lavoro. Ecco maggiori informazioni a riguardo:

Stando alle prime ricostruzioni del caso, sembra che il protagonista della vicenda sia un ragazzo ventenne di origini egiziane. Il ragazzo pare sia residente nella provincia di Pesaro e Urbino. L’arresto sarebbe motivato dall’accusa di violenza sessuale nei confronti di due donne. Gli abusi sarebbero avvenuti mentre lavorava in un edificio sito in un comune milanese, ovvero Trezzano sul Naviglio. L’arresto, però, sembra che sia avvenuto a Formia, in provincia di Latina. Quest’ultimo pare sia stato realizzato grazie ad un’operazione di collaborazione tra i Carabinieri di Formia e quelli della stazione di Trezzano.

In base alle prime informazioni rinvenute, le indagini sarebbero cominciate dopo la presentazione delle denunce, lo scorso maggio, da parte delle due donne. Le due avrebbero riportato che l’egiziano, durante il turno di lavoro in ditta, le avrebbe obbligate ad avere rapporti sessuali. Una delle due donne, per via dell’età elevata, non sarebbe stata in grado di difendersi in maniera adeguata. Egli avrebbe cercato rifugio a Formia, probabilmente sotto l’aiuto di qualche conoscente. Le ricerche del giovane sembra che siano proseguite per giorni nella città laziale.

I carabinieri di Formia, a seguito di un controllo più intensivo sul territorio e grazie all’ausilio dato dai colleghi di Trezzano, sarebbero dunque riusciti a rintracciare il ventenne. Dopo un breve periodo di piantonamento, pare sia stato scovato in un appartamento sito nel sud della città. Il giovane ventenne sembra che sia stato trasferito tempestivamente nel carcere di Cassino. Attualmente sarebbe in attesa di messa a disposizione dall’autorità giudiziaria di Milano. Quest’ultima, a quanto sembra, avrebbe emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per l’accusa di violenza sessuale.