Quando piantare i tulipani: ecco il periodo più adatto per farlo

I tulipani identificano senza dubbio una delle tipologie di fiori maggiormente amate ma anche riconoscibili, culturalmente hanno avuto un importante “peso” oltre che estetico anche “economico”. Un tempo quasi un lusso, essendo difficili da coltivare, proveniendo da bulbi e non da semi, nel corso del tempo la loro normalizzaizone commerciale si è verificata ed oggi non costano cifre impossibili, coltivarli però può essere leggermente ostico a partire dal dover capire quando piantare i tulipani.

Quando è il periodo davvero adatto dell’anno? E come farlo nel modo migliore?

Proviamo a scoprirlo in modo semplice con la seguente guida.

Ecco quando piantare i tulipani: il momento giusto è il seguente

quando piantare i tulipani

La crescita del tulipano affascina moltissimi da secoli, da tempo sono considerati un simbolo della cultura olandese (che è uno dei principali produttori di varianti molto ambite), sono divenuti molto conosciuti in particolare tra il Settecento e l’Ottocento, avendo condizionato in modo pesante il mercato di allora, con la famosa bolla dei tulipani considerati una novità, ed inizialmente un lusso, con prezzi altissimi che però con altrettanta rapidità sono calati ed hanno quindi sviluppato uno dei più importanti eventi finanziari degli scorsi secoli al punto che ancora oggi la speculazione dei tulipani viene impiegata come esempio molto effettivo in merito al valore di una risorsa in base alla sua richiesta di mercato che può “crollare” in pochissimi mesi.

Questo anche perchè a lungo non si è compreso a fondo ed in modo preciso le modalità specifiche di coltivazione: oggi si sa che i tulipani, che possono arrivare ad essere lunghi anche poco meno di 20 cm, necessitano di un terreno specifico, non troppo acido e molto drenante, ma è importante capire quando e come piantare i bulbi.

Questi vanno disposti sempre “a testa in su”, ossia con la superficie “a punta” verso l’alto, in una profondità che deve essere sommariamente pari a quella dell’altezza stessa. Il periodo giusto è altrettanto importante dalla fine dell’autunno fino a gennaio. Questo perchè la pianta ha bisogno di un ambito sufficientemente mite, non troppo battuto dal sole, per poi sviluppare la fioritura durante la primavera. E’ una pianta che necessita anche di una giusta concimazione che però non deve mai essere eccessiva.

Importante valutare il drenaggio giusto, quasi metà del contenuto del vaso deve essere un composto fortemente drenante, come argilla espansa o ghiaia, essendo una pianta che non deve mai trovarsi a diretto contatto con l’umidità ed i forti sbalzi di temperatura.

POTREBBE INTERESSARTI