Classifica ufficiale delle piante tropicali da interno: ecco le più belle

La definizione di pianta tropicale fa riferimento generalmente ad una tipologia di vegetale che non è nativa di una particolare forma di ambiente o nazione, ed anche se al giorno d’oggi numerose tipologie sono oramai ben integrate e conosciute nelle nostre abitazioni, esistono ancora numerose piante tropicali che presentano una eccellente adattabilità per ambienti interni. Scegliere però le più belle e facili da curare piante trapicali da interno risulta essere abbastanza complicato.

Quali sono realmente le piante anche relativamente sconosciute ai più che però sono perfette per le nostre abitazioni?

Abbiamo sviluppato una vera e propria classifica: ecco quali sono.

Quali sono le piante tropicali da interno più belle: ecco la classifica

La botanica come concetto configura lo studio di tutte le piante immaginabili, ed è anche parte della conoscenza che arriva da lontano: per una questione di approvvigionamento in primis, la specie umana è stata portata alla selezionatura di specie così da una migliore crescita ed adattamento.

Più recentemente nella storia è nato il concetto di pianta da appartamento, che ha principalmente funzioni estetiche ma anche legate alla capacità di assorbire l’anidride carbonica.

Monstera Deliciosa

Pianta molto amata anche dalle tradizioni orientali, è riconoscibile e famosa dalla forma delle foglie, che presentano delle “rientranze”, viene considerata una pianta portafortuna dalla struttura resistente e da foglie dall’aspetto lucido. Ha bisogno di una sufficiente quantità di luce, anche artificiale (ma quella solare è naturalmente preferibile), oltre che di un ambiente sufficientemente umido (non da collocare quindi nei pressi di un deumidificatore). Soffre molto la secchezza del terreno, che deve restare sempre leggermente umido.

Dieffenbachia

Esiste in varie tipologie, le più comuni sono quelle con le foglie larghe e la crescita che non è mai troppo sviluppata in altezza: può essere piazzata presso gli ingressi ma anche negli uffici e nei salotti. E’ una specie che necessita di poche cure ma non tollera molto i forti sbalzi d’aria o di temperatura, privilegiando temperature miti.

Kenzia

La Kenzia è molto particolare, una pianta “estetica” che cresce lentamente, perlopiù in altezza, configurandosi quindi come una scelta interessante in alcune condizioni particolari: è una sempreverde, sufficientemente resistente agli sbalzi di temperatura ma che mal tollera le correnti d’aria fredde o troppo calde. Ama il sole ma non troppo diretto, e nel vaso deve essere presente almeno un robusto strato di materiale drenante come l’argilla espansa.

POTREBBE INTERESSARTI