Marche, scomparso durante escursione in grotta: ritrovato

Marche, scomparso durante escursione in grotta: ritrovato. La regione delle Marche è ricca di elementi naturali tutti da ammirare ed esplorare. Proprio per questo motivo, molti si apprestano ad effettuare escursioni che permettano di percepire tutta la bellezza della regione. In provincia di Ancona, ad esempio, è presente la Grotta del Fiume. Si tratta di una grotta caratterizzata su più piani e dall’aspetto labirintico. Nelle ultime ore è stata scenario di un accaduto. Vediamo cosa è accaduto in provincia di Ancona:

Ad Ancona, un uomo di 52 anni, pare si sia disperso all’interno della Grotta del Fiume a Genga. Uscito nel pomeriggio, a tarda serata pare non fosse ancora rientrato. A dare l’allarme, sarebbe stata la sua compagna. Sembrerebbe che l’uomo sia stato ritrovato in buone condizioni di salute. Ecco tutti i dettagli su quanto avvenuto:

Marche scomparso durante escursione

Marche, scomparso durante escursione in grotta: ecco tutti i dettagli inerenti al caso

Stando alle prime ricostruzioni del caso, sembrerebbe che il protagonista di questa storia sia un uomo di 52 anni. L’uomo, residente ad Arcevia, pare che sia uscito da casa propria per intraprendere un’escursione. Quest’ultima si sarebbe svolta nella Grotta del Fiume a Genga.

Arrivato alla Grotta del Fiume a Genga, localizzata in provincia di Ancona, l’uomo dopo parecchio tempo non avrebbe fatto ritorno. La compagna avrebbe lanciato l’allarme comunicando che l’uomo non fosse ancora rincasato. Dalle ore 21 pare siano iniziate le ricerche per il ritrovamento dell’uomo.

In base a quanto rinvenuto, il 52enne sarebbe stato ritrovato a serata inoltrata, dopo poche ore di ricerca. Sembrerebbe esser stato ritrovato in ottimali condizioni di salute. Da quanto comunicato, avrebbe perso l’orientamento e non sarebbe riuscito a localizzare l’uscita della grotta.

Il 52enne, a quanto sembra, sarebbe uscito di casa nel tardo pomeriggio per effettuare la suddetta escursione, completamente da solo. Fatta sera, la compagna si sarebbe accorta che egli non fosse ancora ritornato. Sarebbe stato a quel punto, quindi, che pare abbia dato l’allarme.

In base alle informazioni riportate, pare che durante le ricerche dell’escursionista siano intervenuti diverse squadre. Tra queste, si sarebbero coadiuvate, quella dei Carabinieri, i Vigili del Fuoco con unità Saf (Speleo alpino fluviale). A queste tre, pare si sia aggiunto il soccorso alpino.

Sarebbe stato proprio il soccorso alpino, appunto, a riuscire a localizzare l’uomo disperso nella grotta da ore. Per fortuna, pare che sia stato ritrovato in un buono stato di salute psicofisico. Nonostante la turbolenta vicenda capitatagli, sembra che l’uomo stia abbastanza bene.

POTREBBE INTERESSARTI