Ancona, locale multato per volume alto fino a notte inoltrata

Ancona, locale multato per volume alto fino a notte inoltrata. In estate, la movida e la vita notturna si alimentano ancora di più. I locali restano aperti fino a tarda notte e sembra che non ci sia mai una fine al fare festa. Alcune attività, però, tengono il volume alto oltre l’orario consentito, così come accaduto ad Ancona. Vediamo qualche informazione in più su ciò che è avvenuto:

Ad Ancona, il titolare di un locale, pare sia stato sanzionato con una multa di 1000 euro per non aver rispettato il limite orario in cui potesse tenere il volume della musica più alto. I residenti della zona pare si siano lamentati numerose volte. Ecco qualche dettaglio in più su quanto accaduto:

Ancona locale multato

Ancona, locale multato per volume alto fino a notte inoltrata: ecco i dettagli

In base alle prime informazioni rinvenute, sembra che un locale della movida di Ancona sia stato soggetto ad una multa. La sanzione, pare sia arrivata, poiché sarebbe stata emanata musica con un volume molto alto anche dopo la mezzanotte.

A quanto sembra, la vicenda sarebbe riconducibile tra giovedì e venerdì notte. La squadra di Polizia della città di Ancona, sarebbe intervenuta in Corso Garibaldi. L’intervento della pattuglia pare sia arrivato dopo una serie di segnalazioni da parte dei residenti della zona. Questi ultimi si sarebbero lamentanti del volume eccessivo della musica.

Stando alle prime ricostruzioni del caso, pare che il locale avesse organizzato proprio una serata a tema musicale. Così facendo, avrebbe attirato molto più giovani rispetto al solito, che avrebbero anche cenato o fatto un aperitivo.

Da quanto riportato dalle dichiarazioni del titolare, pare che egli abbia richiesto anche un’autorizzazione (SCIA). Questa sarebbe servita per prolungare l’evento fino a mezzanotte. All’arrivo degli agenti, però, sarebbe risultato che il volume della musica fosse ancora alto all’una e quarantacinque. Ciò sarebbe andato contro il regolamento acustico del Comune.

Al titolare, un uomo di 44 anni ed originario di Ancona, l’area amministrativa e di sicurezza della Questura, gli avrebbe fatto una contestazione. Sembra che gli sia stata contestata, nell’autorizzazione, la mancanza di un piano di valutazione dell’impatto sonoro. Tale autorizzazione pare sia obbligatoriamente prevista dalla legge riguardo l’inquinamento acustico.

Oltre a questo, pare sia emerso che alcuni residenti della zona, nelle settimane scorse, abbiano già lamentato che il locale avesse la musica troppo alta a notte inoltrata. Pertanto, gli sarebbe stato invalidato il riposo notturno. Per tali motivazioni, al titolare, durante la giornata di ieri, sarebbe stato fatto un verbale con tanto di sanzione di 1000 euro.

POTREBBE INTERESSARTI