Attenzione, ecco cosa devi assolutamente fare se trovi una zecca in casa o sui vestiti

Le temprature più miti e calde non fanno piacere solo agli esseri umani ma anche a numerose specie di animali, insetti inclusi: la zanzara viene considerata indubbiamente la più fastidiosa delle tipologie, però con l’arrivo della bella stagione iniziano a diffondersi anche altre tipologie di insetti parassiti, come le zecche in particolare con la presenza di animali domestici. La zecca ha una natura diversa, ed una forma differente rispetto alle zanzare, ma restano animali fastidiosi oltre che potenzialmente pericolosi in grado di trasmettere malattie infettive. Cosa bisogna fare se ad esempio troviamo una zecca in casa?

Esistono varie metodologie, e bisogna anche notare se si tratta di un caso isolato, oppure se il nostro contesto abitativo e particolarmente favorevole a questi insetti.

Come bisogna comportarsi in caso di zecche in casa? Scopriamolo con i seguenti consigli.

Hai trovato una zecca in casa? Ecco cosa fare immediatamente

zecca-in-casa-cosa-fare

Le zecche sono spesso associate agli animali domestici ed hanno una condizione comportamentale particolare: come le zanzare ed altri insetti simili parassiti fanno ricorso al nutrimento del sangue dei mammiferi, anche se la maggior parte delle specie non sopravvive facilmente nell’habitat europeo, eccezion fatta per la zecca comune, detta anche del cane. Questi animaletti infatti tendono ad aggrapparsi al manto dei cani e “fare scorta” di sangue gonfiandosi in modo importante.

La zecca quando non ha ancora fatto ciò si presenta come un insetto di pochi mm, che può essere anche confuso con una formica o con alcuni granelli di polvere, in questo caso va eliminata immediatamente con le dita. Se invece presenta una forma tondeggiante e più grande.

In questo caso bisogna afferrarla con un paio di pinzette, con delicatezza sui due lati esterni in modo tale da portarla naturalmente a staccarsi dalla pelle dell’animale. Infatti le “tenaglie” di cui è fornito l’impianto boccale, tendono a trattenere l’intero corpo della zecca, e questa non va rotta in quanto il sangue che può essere infetto può fuoriuscire. La zecca andrà conservata in un fazzoletto e poi gettata nei rifiuti una volta resa inoffensiva.

Conviene poi controllare il corpo del nostro cane, per verificare la presenza eventuale di una infestazione, in particolare le zecche amano attaccarsi a sezioni del corpo particolari quanto specifiche come le orecchie e sulle zampe oltre che sul resto del corpo che va esaminato con attenzione anche al tatto.

Alternativamente bisogna fare attenzione anche al contagio umano, seppur non le vittime preferite, le zecche possono annidarsi anche sul capo dei bambini

POTREBBE INTERESSARTI