Come pulire i vetri in 2 secondi: prova questo trucchetto antico

Nelle pulizie di casa e non solo, i vetri configurano non propriamente la sezione più semplice da eseguire non tanto per la difficoltà in se, quanto per la tipica insoddisfazione che la pulizia del vetro può conferire, essendo un materiale particolare che seppur molto liscio tende a non apparire “pulito” come desiderato. Inoltre essendo di fatto trasparente nella stragrande maggioranza dei casi un vetro è molto sensibile a qualsiasi forma di sporco anche parecchio superficiale. Ma come pulire i vetri fa parte di una serie di insegnamenti che spesso non rendono necessari molti prodotti specifici.

In passato si faceva largo ricorso a detergenti “fatti i casa” o non specifici per questa tipologia, che identifica anche una delle più particolari.

Come pulire i vetri in pochissimi secondi con un un semplice trucco conosciuto da molti decenni?

Non sai come pulire i vetri? Ecco come farlo con un semplicissimo rimedio “fatto in casa”

come pulire i vetri

Per tantissimi secoli la produzione di vetro, che strutturalmente è cambiata solo parzialmente (in antichità veniva effettuata con il metodo della soffiatura ancora molto utilizzata oggi), sono però cambiati i materiali e la raffinazione: solo i ricchi potevano permettersi vetrate importanti, condizione che è radicalmente cambiata con la rivoluzione industriale.

Tutti praticamente sanno cos’è un vetro, ed esistono appositamente concepiti prodotti specifici, anche in grado di tenere lontana per un po’ di tempo la polvere, e non sviluppare aloni. Alternativamente possiamo impiegare alcuni rimedi “casalinghi” che si rivelano estremamente efficaci, come ad esempio la soluzione conosciuta da molti corrispondente ad un mix da bicarbonato (basta un etto) alcuni cucchiai di aceto di vino bianco, il tutto disciolto ed amalgamato ad un litro di acqua a temperatura ambiente. Questa soluzione si rivela efficace si per sgrassare il vetro ma anche per togliere gli aloni, in pochissimi secondi. Il miglior metodo per l’applicazione risulta essere un panno in microfibra asciutto e pulito oppure il sempre tradizionale quanto efficace foglio di giornale / rivista appallottolato ed usato a mo’ di panno.

Altro metodo effiace si rivela essere il sapone di Marsiglia, liquido o in scaglie, basta lasciarne un po’ in un po’ d’acqua tiepida e dopo averlo lasciato sciogliere, va applicato direttamente in ridotte quantità sul vetro, agendo con movimenti circolari come qualsiasi altra forma di detergente concepito per i vetri.

Il sapone di Marsiglia non contenendo alcol effettivo risulta essere in grado di prevenire anche la formazione di aloni per diversi giorni dal momento della sua applicazione.

POTREBBE INTERESSARTI