Esenzione canone RAI: ecco come puoi risparmiare 70€

Il canone televisivo in Italia è una tassa annuale obbligatoria per tutti i cittadini che possiedono un apparecchio televisivo. Introdotto per finanziare il servizio pubblico radiotelevisivo, il canone TV viene addebitato direttamente nella bolletta elettrica. Dal 2016, infatti, il canone non può più essere pagato tramite bollettino postale, ma è incluso nelle fatture emesse dai fornitori di energia elettrica. Questo sistema presume che ogni utenza elettrica residenziale abbia un apparecchio televisivo, salvo dichiarazione contraria.

Importo del Canone

L’importo del canone TV è stato recentemente aggiornato. Per l’anno 2024, il costo annuo è stato ridotto a 70 euro rispetto ai 90 euro degli anni precedenti. Questa modifica è stata stabilita dall’articolo 1, comma 19, della legge 30 dicembre 2023, n. 213.

Chi Deve Pagare il Canone TV

Il canone TV è dovuto da tutti i residenti in Italia che possiedono un apparecchio televisivo. È importante notare che anche i cittadini italiani residenti all’estero devono pagare il canone se possiedono un apparecchio televisivo in un’abitazione situata in Italia. La tassa è applicabile una sola volta per famiglia anagrafica, definita come un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, unione civile, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti e aventi dimora abituale nello stesso comune.

Esenzioni dal Pagamento

Esistono diverse categorie di cittadini che sono esonerate dal pagamento del canone TV:

  1. Ultrasettantacinquenni con Reddito Basso: Gli ultrasettantacinquenni con un reddito annuo complessivo non superiore a determinate soglie possono richiedere l’esenzione.
  2. Diplomatici e Militari Stranieri: Il personale diplomatico e i militari stranieri residenti in Italia non sono tenuti a pagare il canone.
  3. Cittadini che non Detengono Apparecchi Televisivi: Coloro che non possiedono un televisore possono dichiararlo tramite una dichiarazione sostitutiva per essere esonerati dal pagamento.

Come Chiedere l’Esonero

Per richiedere l’esonero, è necessario presentare una domanda specifica all’Agenzia delle Entrate. Gli ultrasettantacinquenni devono inviare una dichiarazione sostitutiva in cui attestano di possedere i requisiti di reddito richiesti. Il personale diplomatico e i militari stranieri devono presentare documentazione che attesti il loro status, mentre i cittadini senza apparecchi televisivi devono compilare e inviare un modulo di dichiarazione sostitutiva.

Rimborso del Canone

Chi ha diritto al rimborso del canone TV, ad esempio per averlo pagato erroneamente, può richiederlo tramite un’apposita procedura. È necessario compilare un modulo e fornire le motivazioni per il rimborso. L’Agenzia delle Entrate esaminerà la richiesta e, se approvata, procederà al rimborso.

Canone Speciale

Oltre al canone ordinario, esiste anche un canone speciale per gli esercizi pubblici come bar, ristoranti e hotel che utilizzano apparecchi televisivi o radio nei locali della propria attività. Questo canone continua ad essere pagato con le modalità tradizionali e non viene addebitato sulla bolletta elettrica.

Conclusione

Il canone TV è una tassa importante per il finanziamento del servizio pubblico radiotelevisivo in Italia. Sebbene obbligatorio per la maggior parte dei cittadini, esistono specifiche esenzioni per categorie particolari come gli anziani con basso reddito, i diplomatici e i militari stranieri, e coloro che non possiedono un televisore. È fondamentale conoscere le proprie responsabilità e i diritti riguardo al pagamento di questa tassa per evitare sanzioni e per poter usufruire delle eventuali esenzioni o rimborsi disponibili.

Per ulteriori dettagli e per accedere ai moduli necessari, è possibile visitare il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate: Agenzia delle Entrate – Canone TV.

POTREBBE INTERESSARTI