Marche, buoni libri erogati in base al numero di figli

Marche, buoni libri erogati in base al numero di figli. Ai vertici delle varie Regioni italiane si pensa già al nuovo anno scolastico. Nelle Regione Marche, pare siano avanzate delle proposte per aiutare le famiglie a sostenere i rincari riguardo al materiale scolastico. Vediamo qualche dettaglio in più:

Nelle Marche, a quanto pare, sarebbero state effettuate due proposte riguardo a delle agevolazioni per garantire a tutti il diritto allo studio. Ecco di seguito tutti i dettagli sulle proposte avanzate:

Marche buoni libri

Marche, buoni libri erogati in base al numero di figli: ecco tutti i dettagli relativi

Stando alle prime informazioni rinvenute, sembra che ci saranno delle novità per il nuovo anno scolastico. Il tutto si baserebbe sull’accelerazione dell’erogazione dei contributi per l’acquisto dei testi scolastici.

Inoltre, per le famiglie che hanno un numero maggiore di figli frequentanti gli Istituti scolastici, sia di primo che di secondo grado, sarebbe previsto un ulteriore stanziamento. Quest’ultimo, infatti, non sarebbe dipendente dall’Isee ma proprio dal numero di figli frequentanti le scuole.

Tutte le suddette sarebbero le richieste indirizzate, tramite una lettera scritta dal presidente del Forum delle Associazioni Familiari, ai vertici della Regione. Si parlerebbe, dunque, di assessori regionali competenti sulla questione e al direttore dell’Ufficio scolastico regionale.

La finalità di tali richieste sarebbe, appunto, avanzare il sostegno alle famiglie di studenti che dovrebbero comprare i libri durante l’anno scolastico 2024/2025. Tali richieste nascono dopo una serie di previsioni riguardo alla spesa minima che dovrebbe esser fatta per ogni studenti.

Si stimerebbe, infatti, che per ogni ragazzo ci vorrebbero circa 1300 euro tra libri ed altro materiale scolastico, se frequentante le superiori. Se frequentante le scuole medie, invece, la spesa ammonterebbe a circa 700 euro cadauno.

Il presidente del Forum pare abbia dichiarato che la Regione Marche riconoscerebbe alle famiglie degli studenti una serie di agevolazioni. Queste ultime, però, sarebbero da sempre state basate attraverso delle fasce dettate dall’Isee. Pertanto, non rispecchierebbero la reale situazione economica vissuta dalle famiglie con figli studenti.

In base a tale dichiarazione, pare che siano state avanzate le due richieste da parte del presidente. Egli avrebbe fatto riferimento all’ulteriore rincaro avvenuto sia sui libri che su altro materiale scolastico. Avrebbe dichiarato, dunque, che tali costi non sarebbero sostenibili da gran parte delle famiglie. O che, comunque, si riuscirebbero a sostenere ma con grosse difficoltà.

La conseguenza di tali costi elevati comporterebbe l’abbandona degli studi di ragazzi con un’età compresa tra i 16 ed i 18 anni. Ancora una volta, il Presidente, avrebbe sottolineato che si tratterebbe di una negazione del diritto allo studio.

POTREBBE INTERESSARTI