Omicidio suicidio a Senigallia: uccide la madre e poi si toglie la vita

Omicidio suicidio a Senigallia: uccide la madre e poi si toglie la vita. Nei casi di instabilità psichica è chiaro che bisognerebbe procedere con delle cure mirate. Il tutto per tenere sotto controllo la situazione ed evitare episodi come il seguente. Vediamo cosa è accaduto a Senigallia:

A Senigallia, un uomo, pare che abbia ucciso la madre 73enne con un colpo di pistola. Successivamente, avrebbe messo fine alla sua stessa vita con la medesima arma. Ecco tutti i dettagli relativi alla tragica vicenda:

Omicidio suicidio a Senigallia

Omicidio suicidio a Senigallia: ecco tutti i dettagli della tragedia

Stando alle prime ricostruzioni del caso, pare che la tragedia si sia consumata in un arco di tempo di pochissime ore. La scena del delitto sarebbe un appartamento sito nell’estrema periferia nord della città di Senigallia, in provincia di Ancona.

In base alle prime informazioni rinvenute, la vittima sarebbe una donna anziana di circa 73 anni. Quest’ultima, a quanto sembra, sarebbe stata uccisa con un colpo di pistola dal figlio. Egli pare avesse una serie di problemi psichici ed episodi di instabilità per i quali sarebbe stato ricoverato più volte in passato.

Dopo aver premuto il grilletto contro la madre, pare abbia avvertito uno dei suoi fratelli del gesto appena compiuto. Ad allertare i soccorsi sarebbe stato, invece, un vicino di casa che avrebbe udito il colpo di pistola. La stessa pistola con cui poi, il figlio, pare si sia tolto la vita.

Le indagini proseguirebbero per capire come mai l’uomo fosse in possesso di una pistola. Il porto d’armi, infatti, gli sarebbe stato revocato due anni addietro dopo la diagnosi riguardo ai suoi evidenti problemi psichici. Successivamente, intorno al luogo del delitto, ci sarebbe stato per ore un coprifuoco.

Facendo riferimento alle prime informazioni rinvenute, pare che da lontano si notasse il corpo della 73enne riverso a terra sul terrazzino di casa. A lungo si sarebbe sperato che fosse soltanto ferita, infatti pare abbiano chiamato anche l’elisoccorso. Quest’ultimo non sarebbe neanche atterrato e sarebbe tornato indietro.

Sul luogo pare che sia stato tempestivo l’intervento da parte di Carabinieri e Polizia che avrebbero proceduto a mettere in sicurezza l’intera zona. Il timore pare fosse quello che l’uomo potesse ancora scappare armato. Pertanto, sembra che abbiano disposto un cordone di sicurezza per evitare altre vittime. Interrotta anche la circolazione sulla statale 16 dalle ore 19 fino alle 21, ora in cui si sarebbe scoperto del suicidio.

POTREBBE INTERESSARTI