Ecco il trucco per lavare i pavimenti e renderli sempre lucidi

Il lavaggio del pavimento identifica qualcosa di molto particolare nell’ambito della quotidianità, ossia una necessità spesso tediosa, noiosa se non addirittura “posticipata” ma che ovviamente è indispensabile per una questione di igiene locale ma anche di estetica. Poche cose infatti sono più esteticamente accoglienti di un pavimento ben pulito e magari lucido, essendo una condizione che sostanzialmente conferisce anche alla pavimentazione più umile un aspetto “d’elite”. Lavare i pavimenti nel modo giusto non è per forza scontato, soprattutto se la nostra idea è di mantenerli lucidi senza fatica.

L’aspetto lucido è infatti appannaggio di una pulizia ben sviluppata ma anche dell’impiego di strumenti ed “ingredienti” specifici.

Esistono dei trucchi per ottenere facilmente un pavimento lucido con poca fatica: vediamo quali sono.

Come lavare i pavimenti e lucidarli a dovere: ecco i metodi giusti

lavare-i-pavimenti

Esistono numerosissime tipologie di materiali ideati e raffinati per lo sviluppo e concezione dei pavimenti, soprattutto per i più comuni, si tratta ad esempio del gres porcellanato, la tipica piastrella che naturalmente viene tenuta insieme da uno strato in cemento, e che sulla parte superiore ha un aspetto lucido, per l’appunto porcellanato.

Proprio questa tipologia di pavimenti è largamente la più impiegata e può essere efficacemente tenuta ben lucida con una soluzione composta da aceto di vino bianco e alcol in quantità simili (generalmente va bene 3-4 cucchiai di aceto e alcol per un secchio di acqua calda media). Questi due ingredienti messi insieme agiranno in una azione polivalente, riuscendo ad agire sia come sgrassatore ed eliminando le impurità ma anche come agente lucidante, senza rendere il pavimento eccessivamente scivoloso.

Alcol e aceto sono efficaci anche nel contesto di altre tipologie di pavimenti a pasta dura, come il cotto.

Per il parquet invece, che è costituito da varie tipologie di legno, è bene avere attenzioni molto specifiche: questo pavimento non deve essere pulito con i detersivi tradizionali che sono troppo aggressivi e per preservare la sua naturale lucidità è importante prima di tutto togliere la polvere prima di ogni operazione di lavaggio.

Per il parquet è una buona idea utilizzare detergenti neutri, oppure un metodo composto da aceto e limone in parti uguali, anche in questo caso miscelati nell’acqua tiepida, mai troppo calda. Ed è importante “stendere” bene la soluzione, evitando di lasciare il pavimento troppo a lungo bagnato, in quanto l’umidità è un vero e proprio “nemico naturale” del parquet.

Dopo aver pulito bene il tutto, dobbiamo quindi asciugare il più possibile con un panno in microfibra.

POTREBBE INTERESSARTI