Truffe ad una anziana: 13 persone denunciate

Truffe ad una anziana: 13 persone denunciate. La tutela degli anziani nei confronti delle truffe è uno dei temi primari dell’ultimo periodo. Sono sempre di più le persone vittima di truffe di ogni genere e, purtroppo, in questi casi gli anziani rappresentano la maggioranza. Vediamo cosa è accaduto a Fermo:

A Fermo, un gruppo di truffatori avrebbe preso di mira una donna anziana, facendosi versare da lei, nel corso del tempo, una somma pari ad oltre 90 mila euro. Nonostante pare che la donna sia deceduta, ella avrebbe annotato tutto rendendo più fluide le indagini. Ecco tutte le informazioni inerenti all’accaduto:

Truffe ad una anziana

Truffe ad una anziana: ecco come le hanno rubato oltre 90 mila euro

Stando alle prime ricostruzioni del caso, sembra che nelle ultime ore sia stato fermato un gruppo di truffatori specializzati. Inoltre, le autorità avrebbero denunciato tredici tra queste persone, provenienti da diverse regioni d’Italia. Tutti i denunciati sarebbero pregiudicati per dei reati specifici.

In base alle prime informazioni rinvenute, tale epilogo sarebbe arrivato dopo l’esecuzione delle indagini da parte della squadra dei Carabinieri di Fermo. In concomitanza con quelli di Monte Urano, pare che abbiano dato inizio alle indagini dopo aver preso atto di una denuncia di una erede di una signora anziana.

La signora in questione, pare che nel corso degli eventi, sia deceduta per cause naturali. Ad ella avrebbero sottratto, a seguito di una truffa ideata nei minimi dettagli, una somma in denaro pari a 90 mila euro.

I truffatori in questiona avrebbe ricevuto delle denunce tra l’anno 2021 ed il 2023. Tramite contatti telefonici, avrebbero agito presentandosi come parte integrante dell’amministrazione della giustizia o di uffici commerciali.

Usando, poi, delle utenze intestate a persone fittizie, avrebbe convinto l’anziana signora di esser coinvolta in finte questioni di carattere giudiziario, civile o commerciali. Talvolta l’avrebbero convinta di esser coinvolta nell’evasione di alcuni tributi.

Seguendo tali modalità, i truffatori sarebbero riusciti ad ottenere ben quaranta bonifici bancari da parte della donna. L’importo complessivo di questi ultimi ammonterebbe, quindi, a 90 mila euro, tutti inviati su conti correnti correlati agli autori delle truffe.

A gestire le indagine pare sia stata la procura della Repubblica di Fermo, con conseguente sviluppo tramite l’analisi del traffico telefonico. Non solo, sarebbero servite anche le documentazioni bancarie. A quanto pare, la vittima avrebbe da sempre annotato tutto: contatti, numeri di telefono, somme. Questo avrebbe favorito la risoluzione dell’attività investigativa.

POTREBBE INTERESSARTI