Come sistemare le posate a tavola: ecco il giusto metodo

Stare a tavola indica per quasi tutti semplicemente una azione che è legata al pranzo, alla cena ma anche alla colazione, ed in generale non è qualcosa che facciamo seguendo un ordine prestabilito o motlo restrittivo. Ma come il galateo insegna, esistono occasioni decisamente più formali dove per una questione di buone maniere, anche relative alla nostra abitazione (ad esempio se abbiamo ospiti) dove anche imparare a sistemare correttamente le posate a tavola è importantissimo per fornire una corretta impressione ed ordine. Imparare come farlo non è difficile, però bisogna attenersi ad alcune regole.

Prima o poi capita a tutti, e può fornire anche qualche spunto interessante in ambito di conversazione.

Ma come sistemare correttamente le posate a tavola? Scopriamo insieme il metodo.

Ecco come come sistemare le posate a tavola: la guida completa

come sistemare le posate a tavola

Il galateo viene concepito generalmente come un insieme di regole più o meno restrittive oltre che logiche che non riguardano solo il comportamento a tavola. Nella maggior parte dei casi e delle situazioni però si fa riferimento proprio al luogo dove poi si andrà a mangiare.

Niente va lasciato al caso ma tutto ha una forma di ordine effettivo da portare all’attenzione degli ospiti.

Sistemare le posate e le stoviglie è anche una questione di occhio e quindi di estetica, ma dipende anche dal tipo di situazione e ricevimento che ci troviamo a sviluppare: per una situazione “standard” con le posate tradizionali bisogna ricordarsi prima di tutto di sistemare il coltello a destra e lama rivolta verso il piatto, forchetta a sinistra mentre il cucchiaio da dolce rivolto sopra il piatto, sistemato orizzontalmente con il manico a destra.

Il piattino per il pane deve essere collocato a “ore 10” rispetto al piatto principale, il tovagliolo sotto al piattino. Il cucchiaio va invece posizionato sul lato destro del coltello quindi a destra, il bicchiere per l’acqua poco sopra il cucchiaio poi poco più a destra quello da vino, proseguendo l’eventuale bicchiere da vino bianco. Al di sopra di questi due quello da vino dessert.

Il numero di posate è naturalmente legato al numero di portate, le posate da dolce possono essere costituite da cucchiaio e coltello da dolce ma se questo è di natura cremosa va bene anche solo il cucchiaio che come detto va piazzato in alto sopra il piatto. In caso di dolce “solido” dobbiamo invece fornire anche la forchettina, anche questa va piazzata sopra il piatto.

POTREBBE INTERESSARTI