Come lavare gli asciugamani: ecco il trucco

Come lavare gli asciugamani nel modo giusto è qualcosa di relativamente facile ma che va appreso molto spesso tardi, e non esiste un singolo modo, in quanto sono costituiti da un tipo di tessuto particolare che va “trattato” a dovere. Per lavare bene gli asciugamani bisogna attenersi alle regole riportate sulla confezione e sulle varie etichette..

Essendo costituiti formalmente di un tessuto simile alla spugna, è importante ricordarsi alcuni dettagli così da ottenere risultati importanti.

Ecco il metodo per lavare gli asciugamani senza rovinarli: ecco come fare

come lavare asciugamani

L’asciugamano è una dotato di una struttura molto particolare, che è naturalmente molto assorbente, però la pulizia presenta dei passaggi così da evitare di ritrovarsi degli odori sgradevoli anche dopo il lavaggio oppure una consistenza troppo dura e ben poco morbida.

In lavatrice si possono lavare la maggior parte dei tessuti di questo tipo, l’asciugamano va selezionato e non va mai lavato insieme ad altri tessuti molto diversi, ma conviene farlo solo con altri asciugamani oppure con elementi simili come ad esempio gli accappatoi, con i quali condivide il tessuto assorbente. Infatti lavare tutto insieme tende a rovinare la struttura morbida e rendere anche l’asciugamano meno durevole.

E’ altrettanto importante dividerli per tinta, tra i bianchi e poco colorati distinguendoli da quelli molto colorati, seguendo anche un limite di temperatura: se i bianchi possono essere tranquillamente messi in lavatrice ad una temperatura fino a 60 gradi, per i colorati conviene non superare i 40 gradi. Questo però è valido solo per gli asciugamani costituiti interamente da cotone, altri tessuti possono essere danneggiati da queste temperature, ed è essenziale controllare l’etichetta.

E’ anche sconsigliabile fare ricorso troppo spesso all’ammorbidente, soprattutto in quantità importanti, perchè questo tende nel corso del tempo a rendere il tessuto meno gradevole e robusto. E se gli asciugamani non emanano un odore di pulito , a cadenza regolare almeno una volta ogni due mesi è consigliabile aggiungere un po’ di aceto di vino bianco o aceto di mele allo scompartimento dei detersivi così da eliminare ogni cattivo odore.

Anche l’asciugatura è importante, la più comune prevede il sistemare gli asciugamani all’aria aperta, in una zona ventilata, evitando però dove batte il sole troppo forte, anche questo tende a renderli “duri” al tatto e meno durevoli.

Infine, non è così importante lavare questi tessuti così spesso, anche quelli di buona qualità non sono comunque concepiti per essere costantemente in lavatrice.

POTREBBE INTERESSARTI