Come pulire la guarnizione della lavatrice: ecco il metodo

Pulire la guarnizione della lavatrice, in ogni sua parte, è assolutamente essenziale ed identifica qualcosa che spesso viene dimenticato ma che deve essere effettuato per mantenere i nostri capi di abbigliamento profumati e puliti nel modo giusto. La guarnizione è una parte dell’elettrodomestico estremamente importante e va pulita a cadenza regolare quanto nel modo giusto, altrimenti possono svilupparsi cattivi odori.

Come pulire la guarnizione della nostra lavatrice nel modo giusto? Lo scopriremo insieme nelle prossime righe.

Sai Come pulire la guarnizione della lavatrice nel modo giusto?

Come pulire la guarnizione della lavatrice

Sviluppata in uno strato di gomma resistente, la guarnizione si trova in un punto estremamente importante del nostro elettrodomestico, ossia a metà tra il cestello e l’oblò e viene naturalmente quanto costantemente messa a contatto con sporcizia, detergenti vari ed acqua.

La guarnizione fa quindi da “ponte” e se non accuratamente controllata ed igienizzata può rendere meno efficace l’azione dei detersivi perchè lo sporco può accumularsi in questa sezione e sporcare nuovamente ciò che abbiamo lavato, quindi è qualcosa che può rendere almeno in parte inutile il lavaggio che è costato energia, acqua e detersivo.

A causa della sua funzione la guarnizione accumula sporcizia di ogni tipologia ma può anche sviluppare nel corso del tempo delle muffe che inevitabilmente causano cattivi odori.

E’ una buona idea almeno una volta alla settimana, preparare una sostanza composta da acqua e aceto o in alternativa al posto di quest’ultimo possiamo utilizzare candeggina, da porre su una spugna o un panno in microfibra pulito.

Questa/o andrà passato su tutta la guarnizione, sia in alto che in basso, ricordandosi anche di sollevare parzialmente la superficie in modo tale da non lasciare alcun punto eventualmente sporco, l’operazione richiede qualche minuto ma contribuisce in modo decisivo a mantenere i nostri vestiti totalmente puliti ed arginare in modo completo i cattivi odori.

Dopodichè conviene lavare “a vuoto” un ciclo intero dell’elettrodomestico, impiegando un bicchiere di aceto al posto del detersivo, e con la lavatrice senza alcun abito al suo interno.

Questo metodo riesce a sanificare e quindi rimuovere ogni traccia di sporcizia che può tradursi in muffa e quindi generare cattivi odori, inoltre è utile ricordarsi che ad ogni termine del lavaggio, è fondamentale aprire prima possibile l’oblò così da evitare la formazione di muffe, magari utilizzando un panno asciutto per eliminare gran parte dell’umidità della sezione interna dell’oblò e del cestello.

POTREBBE INTERESSARTI