Come allontanare i piccioni: ecco il metodo che risolve velocemente

Allontanare i piccioni dal proprio giardino o balcone è qualcosa di fondamentale, che prima o poi interessa quasi tutti, eppure farlo in poco tempo e con uno sforzo limitato è semplicissimo, se si apprendono i consigli giusti. Questi animali infatti pur essendo molto intelligenti tendono a restare ben lontani da vari dissuasori che possono essere anche riciclati da altri oggetti.

Qual è però il metodo migliore, più efficace e duraturo per allontanare i piccioni senza fatica?

Scoperto il modo migliore per allontanare i piccioni: ecco qual è

allontanare i piccioni

I piccioni sono comprensibilmente gli animali più adattivi delle nostre città essendosi effettivamente adattati, seppur spesso “costretti” dalla specie umana a vivere nei contesti urbani. La loro spiccata intelligenza li ha resi audaci e conoscitori anche di balconi e giardini.

Bisogna tenere in considerazione la loro natura prima di capire come allontanarli: sono sia prede (di uccelli più grandi ad esempio ma anche di serpenti ed altri animali) sia predatori, in quanto si cibano di tutto o quasi, dai vegetali ai semi fino ai piccoli insetti.

Per cui bisogna ricordarsi che sono costantemente alla ricerca di cibo: il giardino o il balcone o terrazza di turno deve restare quanto possibile sgombra da sporcizia di ogni tipologia così da risultare meno attrattiva per questi volatili che fanno comunque parte del contesto animale, quindi non è necessario (oltre ad essere una crudeltà gratuita) far loro del male.

A partire dalle barriere agli spuntoni anti piccioni, concepiti apposta per non farli appoggiare in luoghi definiti, fino a metodi più “casarecci” come l’impiego di vecchi CD o DVD appesi, in quanto riflettenti e sufficientemente dissuasori. E’ una buona idea fare in modo da sistemarli in posizioni ventilate così che possano muoversi con il vento e possano quindi riflettere.

Vanno testati anche altri metodi come girandole di plastica colorate o anche fogli di alluminio disposti in modo da sviluppare rumore e riflessi, da cambiare quando eccessivamente rovinati.

Anche l’utilizzo di uno spaventapasseri anche molto abbozzato che può replicare la figura di una persona o di un loro predatore naturale come un gufo può senz’altro fornire un mezzo dissuasore.

Però anche la natura può venirci incontro: i piccioni hanno un olfatto sviluppato e non tollerano gli odori molto forti quindi basterà lasciare una soluzione composta da pepe o cannella nei pressi delle zone dove questi animali sono soliti transitare, ma anche una pianta di lavanda se sufficientemente sviluppata può assolutamente servire allo scopo

POTREBBE INTERESSARTI