I celiaci possono mangiare il riso? Ecco cosa dice l’esperto

I celiaci possono mangiare il riso? Ecco cosa dice l’esperto. La celiachia è una malattia cronica autoimmune e provoca ancora oggi una reazione immunitaria dell’organismo a seguito dell’assunzione del glutine. Ancora oggi, dopo anni di ricerca, c’è una buona dose di disinformazione soprattutto rispetto a ciò che possono o non possono mangiare le persone affette dalla patologia.

L’intolleranza dovuta a questa proteina può generare una serie di sintomi più o meno gravi, quindi è importante conoscere quali alimenti siano adatti. In molti si chiedono se i celiaci possano mangiare il riso. Vediamo cosa dicono gli esperti a riguardo:

I celiaci possono mangiare il riso

I celiaci possono mangiare il riso: ecco cosa dicono gli esperti in merito

Chiaramente, le persone affette da celiachia devono seguire una dieta rigorosamente senza glutine per evitare sintomi spiacevoli e danni alla mucosa intestinale. Ed il riso? Può essere compreso in una dieta specifica per questo tipo di patologia? Ecco cosa dicono gli esperti a riguardo:

Contrariamente a quel che ci si possa aspettare, il riso è un alimento naturalmente privo di glutine. Proprio per questo, gli esperti concordano sul fatto che è un cereale sicuro anche per le persone affette da celiachia. Anzi, molti esperti hanno anche concordato sulle sue proprietà benefiche in merito.

Infatti, è in realtà spesso raccomandato nelle diete prive di glutine per garantire il giusto apporto di carboidrati. I celiaci possono consumarlo in diverse forme: riso bianco, integrale, selvatico, farina di riso ma anche prodotti come torte e paste a base di riso.

Gli esperti concorderebbero sul fatto che il riso, oltre ad essere sicuro, apporti numerosi benefici. Infatti, fornisce le vitamine del gruppo B, ferro e magnesio. Ma non solo, è anche una buona fonte di energia per l’organismo. Ed il suo elevato contenuto di fibre aiuterebbe anche l’aspetto digestivo che, per i celiaci, potrebbe essere talvolta compromesso da più fattori.

Nonostante il riso sia di per sé sicuro, bisogna prestare attenzione all’aspetto della contaminazione crociata. Esso potrebbe essere contaminato durante la lavorazione o la preparazione, quindi è fondamentale porre parecchia attenzione a questo aspetto.

Anche durante l’acquisto di prodotti a base di riso, c’è bisogno che questi presentino la dicitura “senza glutine”. Questo perché, alcuni alimenti come ed esempio gli snack, possono contenere elementi aggiunti al riso che potrebbero, invece, contenere tracce di glutine.

POTREBBE INTERESSARTI