Piante sempreverdi: ecco quali scegliere per il tuo giardino

Le piante sempreverdi sono estremamente diffuse per ogni tipo di giardino, anche se non tutti sanno la loro vera funzione e soprattutto quali scegliere, non essendo tutte per forza facili da mantenere e da coltivare. Come ogni forma di pianta, anche le sempreverdi tendono naturalmente a sviluppare un ambito estetico e spesso sono scelte proprio perchè belle.

Ma quali sono quelle più indicate per il nostro giardino? Proviamo a scoprirlo.

Le piante sempreverdi per il giardino: ecco quali sono le più comuni

Piante sempreverdi quali scegliere

Sempreverde è un termine nato proprio da alcune piante, che rispetto alle altre, non evidenziano un rinnovo radicale del proprio fogliame e che quindi riescono a sopravvivere senza la caduta di foglie o decolorazione delle stesse.

Generalmente sono molto diffuse in territori miti come quelli mediterranei, anche se non sono naturalmente tutte uguali sia esteticamente che dal punto di vista delle cure necessarie.

Ad esempio tra le piante sempreverdi da fiore va menzionata la lavanda, caratteristica per forma e prolificità (è una pianta che si adatta ad ogni situazione non troppo estrema), può essere coltivata in giardino interrandola in ambienti non troppo colpiti dal sole o dal vento forte. Durante la primavera e fino alla fine dell’estate la lavanda entra nel periodo di fioritura, ed per vari mesi se in condizioni adatte, fiorisce e sviluppa i tipici fiori molto profumati.

Il Geranio che fa parte dei tipici fiori “da balcone” è un tipo di pianta sempreverde, particolarmente prolifico durante la fine della primavera fino a settembre inoltrato, richiede pochissime cure, e può resistere anche al sole diretto.

E’ una buona idea prima dell’inizio della primavera aggiungere un po’ di fertilizzante così da aumentare la fioritura.

L’edera è una pianta rampicante, molto resistente e che cresce anche in fretta, risulta essere molto importante ricordare che in caso di coltivazione in giardino questa va potata abbastanza spesso essendo una rampicante che può necessitare di un supporto per crescere anche in verticale. Non a caso viene impiegata anche per sviluppare dei muri vegetali e siepi ma anche per coprire vecchie grate, cancelli e quant’altro.

In estate va innaffiata abbastanza spesso, mentre in inverno resiste bene anche all’ombra.

L’Oleandro rientra tra le piante sempreverdi più comuni dal comportamento cespuglioso che in primavera ed estate sviluppa dei bei fiori dalla forma rotonda e di colore tendente al rosa, bisogna ricordarsi che anche l’oleandro necessita di relativamente poche cure se non una buona esposizione solare ed una irrigazione non troppo frequente se non in estate.

POTREBBE INTERESSARTI