Come lavare le tazzine da caffè: ecco il metodo

Come lavare le tazzine da caffè: ecco il metodo. In ogni casa le tazzine da caffè sicuramente non mancano, sono parte integrante di qualsiasi cucina italiana. Specialmente per gli amanti della bevanda, avere delle tazzine belle pulite e candide è fondamentale per gustare al meglio il caffè.

Siccome si tratta di una bevanda dal colore scuro, potrebbe capitare che restino degli aloni ostici da riuscire a rimuovere. Pertanto, di seguito, ecco una guida pratica per riuscire a pulire in maniera efficiente le tazzine per il caffè. Ecco come fare:

Come pulire le tazzine da caffè

Come pulire le tazzine da caffè: ecco il metodo giusto per rimuovere ogni macchia

Con il passare del tempo, all’interno delle tazzine, possono accumularsi delle macchie ostinate e scure che rappresentano proprio i residui di caffè. Ovviamente, ciò rovina l’estetica della tazza e potrebbe influire anche sul sapore di ciò che si va a bere. Ecco come pulire in maniera efficace le tazzine:

Per fare in modo corretto questa operazione, c’è bisogna del materiale corretto. Questo consiste in: acqua calda, bicarbonato di sodio, aceto bianco, sala, detersivo per i piatti, spugna e panno in microfibra.

Il primo passo consiste nel risciacquo immediato. Cioè, quando si beve il caffè bisogna risciacquare subito la tazzina con l’acqua calda. Ciò potrebbe aiutare a prevenire tutti i residui di caffè che altrimenti si seccherebbero e formerebbero delle macchie difficili da togliere.

Per quando si formano macchie più ostinate, bisogna preparare una soluzione con bicarbonato di sodio ed acqua. Questa va passata sulle macchie strofinandola delicatamente con una spugna o il panno in microfibra. In questo modo le tazzine non subiranno alcun danno, nemmeno i graffi.

A volte potrebbe rendersi necessaria una azione più intensa, pertanto sarebbe bene creare una soluzione con aceto e sale. La tazzine andrà immersa in tale soluzione e resterà lì per circa 15 minuti. Poi, si strofina con la spugna e vedrete che tutti i residui di caffè saranno sciolti ed andati via in un batter d’occhio.

Anche il detersivo per i piatti può essere una valida soluzione a tale problema, soprattutto se è una pulizia che si effettua quotidianamente. Questo va messo su una spugna e si lavano le tazzine normalmente, come qualsiasi altra stoviglia. Risciacqua bene altrimenti potrebbe restare l’odore del detersivo che andrebbe ad alterare il sapore del caffè.

Una volta effettuata la pulizia, si passa quindi al risciacquo e all’asciugatura. Quest’ultima è meglio farla con un panno in microfibra per togliere tutti gli aloni restanti dei vari detersivi e delle soluzioni precedentemente presentate o anche le macchie d’acqua.

POTREBBE INTERESSARTI